inizia

FAQ 5. Elaborate meglio la vostra visione del denaro per favore

FAQ 5. Elaborate meglio la vostra visione del denaro per favoreSe tutto il denaro del mondo fosse distrutto, fintantoché avremo abbastanza terreni coltivabili, aziende, risorse necessarie e personale tecnico, potremo produrre tutto ciò che ci serve in abbondanza. Durante la grande depressione, c'erano aspirapolveri nei negozi e automobili nei parcheggi. La Terra non era cambiata. Semplicemente c'era poco denaro nelle tasche delle persone e il potere d'acquisto era molto basso. All'inizio delle seconda guerra mondiale gli Stati Uniti avevano circa 600 aerei da combattimento. In poco tempo hanno ribaltato la situazione, producendone 90 mila aeroplani all'anno. la domanda all'inizio delle seconda guerra mondiale era: 'Abbiamo i soldi per produrre gli impianti necessari alla guerra?' la risposta era 'No', non avevano abbastanza oro o denaro, ma disponevano di risorse a sufficienza. Erano le risorse disponibili e il personale tecnico che hanno permesso agli Stati Uniti di raggiungere l'efficienza e la produzione richiesta per vincere la guerra.

Sembra proprio che la vera ricchezza di una nazione stia nella risorse naturale e nella sua gente, che lavora per uno stile di vita più umano attraverso l'eliminazione della scarsità. Tutti i sistemi sociali, indipendentemente dalla loro filosofia politica, credenze religiose e valori morali, alla fine dipendono dalle risorse naturali -- per esempio aria e acqua pulite, terreni arabili -- dall'equipaggiamento industriale e dal personale tecnico, per un elevato standard di vita. Il sistema basato sulla moneta fu progettato centinaia di anni fa, ed era appena adeguato per quel periodo. Ancora oggi utilizziamo lo stesso sistema datato, che probabilmente è responsabile della gran parte dei problemi di oggi. Non ho dubbi che anche la persona più ricca di oggi starà molto meglio nella società che il Venus Project propone.

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
dani.cher
Ritratto di dani.cher
Offline
Unito: 3 Feb 2011
Messaggi: 20
sono pienamente d'accordo,

sono pienamente d'accordo, sono i soldi che ci impediscono di avanzare alla stessa velocità della tecnologia.. molti però la vedono in maniera diversa.. gruppi religiosi (dei quali mi dissocio) credono che l'eliminazione dei soldi sarà accompèagniato dall'inserimento di microchip per il controllo delle persone (e la venuta dell'anticristo concetto per me primitivo).. questa cosa mi confonde eliminare i soldi mi fa molto piscere ma se in cambio devo essere controllato con chip questo no.. voi che ne pensate?

daniele cherubini

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Dani, sui microchip..

Il termine "controllo" nella visione del Progetto Venus è applicato alle risorse e all'automazione necessaria a liberare l'uomo da ogni, appunto, forma di controllo. L'unico controllo insito nella persona che dovrà avvenire è l'auto-controllo. La consapevolezza fornirà il controllo delle azioni di ognuno. Se tutte le tue ragionevoli necessità saranno soddisfatte avrai ben pochi stimoli ad avere un comportamento dannoso per gli altri, per le cose e di conseguenza per te stesso. Ma se isolatamente dovesse emergere comportamento dannoso alla civiltà per motivi non dipendanti dall'ambiente (es. malattie cerebrali), dei sensori ESTERNI AL CORPO UMANO (tipo gli attuali sensori OctoTelematics per il traffico, applicati a zone di pubblico esercizio per rendere l'idea) collegati al sistema di gestione automatizzata del pianeta (A.I.) individueranno il problema e l'A.I. darà le risposte per attivare le più opportune misure necessarie (per es. isolamento temporaneo e studio del comportamento atto a risolvere le cause scatenanti fino a risoluzione). In ogni caso sarà il metodo scientifico a dare le risposte in maniera dinamica (effeto evoluzione) per ogni problematica tenendo presente cosa è rilevante per ottenere il miglior standard di vita possibile in relazione alla sostenibilità.

Qualsiasi tipo di controllo derivante da innesti di tecnologia nei corpi delle persone (microchip) sinceramente dovrebbe essere bandito da ogni ipotesi a mio avviso, e contrastato con ogni mezzo.

Il VP è un sistema tecnologico automatizzato a supporto della vita delle persone e non un sistema che rende gli umani tecnologici, o cyborg.

Spero di averti dato il giusto quadro della questione.. comunque per ogni tematica e/o interrogativo ti rimando ad un approfondimento del materiale disponibile nel sito e ai podcast... Ciao dani e benvenuto :)

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

dani.cher
Ritratto di dani.cher
Offline
Unito: 3 Feb 2011
Messaggi: 20
grazie mille sei stato

grazie mille sei stato esauriente, il problema che questa storia del micro chip stà prendendo piede anche in italia, e la cosa preoccupante è chi ha in mano la gestione di questi chip se obbligherà (o convincerànno) tutti a metterlo per sapere qualsiasi cosa tu fai, con leggi restrittive e senza logica sarà difficile poi esprimere la propria libertà..

daniele cherubini

Chriss
Ritratto di Chriss
Offline
Unito: 27 Set 2011
Messaggi: 27
Io la vedo cosi: apparte il

Io la vedo cosi: apparte il fatto che il denaro viene prodotto da enti parastatali e privatizzati, e che il pianteta e dominato dagli stessi personaggi che detengono l'egemonia monetaria, e che ne determinano le regole di funzionamento, il denaro stesso o il suo possesso, non comporta la proprietà di nulla!!!! La vostra casa, pagata col denaro ricavato dal lavoro ( qualsiasi esso sia ), tramite l'acquisto diretto ( per chi può ) o con un oneroso mutuo, NON È VOSTRA!!!!!!! O meglio qualsiasi cosa che credete di possedere in questo mondo non vi appartiene realmente, in realta l'avete solo in concessione momentanea. Perché? Perchè dovete avere DENARO per mantenere il diritto alla proprietà!!!! Se no il bene, qualsiasi esso sia, vi verrà sottratto, Equitalia docet.A questo sistema non frega na cippa il perché voi non abbiate più il "denaro", potete esservelo giocato tutto, bruciato nel camino, potete aver perso il lavoro perche la vostra ditta è fallita ( sia che vi appartenga la ditta o che ci lavoriate ) a causa di una conccorrente sleale o per una crisi economica ( magari prodotta dalla stessa banca in cui chiedete i prestiti, e le sue consociate ), un ladro, una moglie incazzata ecc ecc ecc. Voi perdete il denaro e non potete pagare tasse o munutenzione o il rifornimento di corrente elettrica o carburante, e allora non potete più usare il vostro bene. Non importa che abbiate contribuito, col vostro lavoro, al benessere della società o di quegli stessi maniati che detengono il monopolio monetario, non importa che vostro nonno contadino abbia prodotto il grano di cui Volta si nutriva, contribuendo alla sua ricerca sull'elettricità, una volta che vi hanno pagato col denaro vi hanno dato la vostra parte, dell'inutile CARTA ( o bit nel nostro moderno mondo ). Non avete più nulla da chiedere indietro,nessun diritto da acampare. Malgrado noi tutti contribuiamo alla società, e che i nostri avi lo abbiano fatto prima di noi, che noi siamo il motivo per cui esiste la società, e che la possiamo chiamare con quel nome, una volta intascato il denaro questo sitema ci dice che non abbiamo più nulla da chiedere, e lui non ha più nulla a che spartire con noi. In un mondo cosi anche il furto è giustificato ( purchè legale ), basti guardare le grandi guerre, con cui alcuni stati si sono arrogati il diritto di assogettare altre nazioni. Un ladro può sottrarvi i vostri beni, che diventano di fatto suoi, fintanto che riesce a mantenerli in suo possesso, fintanto che non si fa BECCARE dalla polizia o riesce a dimostrare in qualche modo di avere la proprietà di quel bene ( o voi non riuscite a dimostrare che la proprietà è vostra ), il mondo delle truffe è assai ben documentato. L'unica cosa che potete arrogarne il diritto di proprietà, e nessuno ve lo può sottrarre in qualche modo ( a parte una bella lobotomia )è la vostra cultura e sapere ( se avete i soldi però per farvene una e comunque la fortuna che i vostri genitori ve ne diana ). Il sistema delle leggi, per natura del sistema economico monetario, è lacunoso e impreciso, e più soldi hai e più difficilmente dovrai scontare le pene per i tuoi crimini, Berlusconi docet.
In definitiva in un mondo come questo, dove il centro di tutto è il denaro e non l'essere umano, a parte quelli che ne detengono la capacità di erogarlo, noi poveracci delle "classi" "popolari" ( ricchi o poveri per me non fa differenza ) nessuno possiede nulla, o ha diritto a nulla, tutto deve essere guadagnato spendendo la propria vita in un lavoro che i detentori del denaro ritengono utile per i "LORO" scopi, e non per dare un qualche contributo alla CIVILTA', e indietro otteniamo solo un oggetto per lo più inutile, che non ci dice niete di quello che siamo, ma ci impone una condizione di sudditanza nei confronti di questi "signori"....
In un mondo senza la struttura del denaro, con il meccanismo dell'R.B.E.M., dove al centro del tutto vi è l'ESSERE UMANO, e il rispetto dell'AMBIENTE, non si possiede nulla in esclusiva, vero, ma si ha accesso a TUTTO. Io credo che sarà la naturale evoluzione dell'uomo e della sua cultura ( se soppravviviamo ), l'essere umano è una creatura intelligentissima, io credo, che prima o poi, anche quei "signori" si renderanno conto dell'assurdità che stanno imponendo al mondo, anzi, se se ne rendessero conto, il cambiamento averrebbe cosi velocemente che quasi non ce ne renderemmo conto!!!!! Questo è quello che penso io.

Acrazia e Indipendenza Intellettuale.

Chriss
Ritratto di Chriss
Offline
Unito: 27 Set 2011
Messaggi: 27
Per farla semplice, a mio

Per farla semplice, a mio modo di vedere; viene sostituito "SOLO" il sistema che ci permette di accedere ai beni e servizi, che è il motivo per cui oggi abbiamo tanti problemi e distorsioni sociali, venendo a mancare questo "sistema", probabilmente, molte persone abbandonerebberoo il loro lavoro, venendo a mancare il presupposto per cui lo avevano intrapreso, ma molte altre si vedrebbero aprire le porte a cose che, magari, avevano solo sognato. Come dice anche Fresco, ci sarebbe una sorta di governo degli scienziati, ma essi non direbbero cosa le persone devono fare o pensare, ma darebbero a tutti gli strumenti per tirare fuori da se il meglio possibile ( perchè castrare una parte sostanziosa della popolazione se da essa esiste il potenziale che nascano idee innovative e inedite? Che forse a me non balenerebbero neanche mai ). Il sistema di controllo delle risorse globale permetterebbe di decidere, in base dele ESIGENZE, della popolazione, cosa fare e in che quantità. E' un mondo ideale e utopico......più ideale di quello in cui viviamo oggi, e che ce vo.......ma non meno utopico di quello in cui viviamo oggi. Tutto ciò che è cultura avrebbe un valore massimo ( come quello delle Ferrari oggi o degli yacht, o delle opere d'arte racchiuse nei musei ), e l'economia di arricchimento si baserebbe sulla crescita intellettuale degli individui, e non su qualche risorsa virtuale come quelle odierne Risulterebbero assurde e inutili. Io riesco a mettermi nei panni di un uomo del "ottocento" che mi guarda con aria sbalordita, vedendomi cosi "evoluto"...ma riesco anche a mettermi nei panni di un uomo/donna del 2400, che mi guarda con aria critica e scuotendo la testa dice: "Incredibile quello che abbiamo dovuto passare per arrivare dove siamo oggi!"
Fate vobis ^^

Acrazia e Indipendenza Intellettuale.

Antonio Tringali
Ritratto di Antonio Tringali
Offline
Unito: 12 Gen 2015
Messaggi: 12
i "signori" di Chriss

Una semplificata quanto cruda ed efficace descrizione della nostra società globale che ruota su un'economia basata sul denaro quella fatta da Chriss.
Tuttavia la conclusione è a dir poco utopistica e alquanto ingenua; anche a me piace la fantascienza.
Il problema è che quei "signori" che metti tra virgolette, caro Chriss, mica hanno 5000 anni di età! Ed è ormai da 5000 anni (secolo più secolo meno) che questo stato di cose si perpetua e si tramanda di epoca in epoca, da quando è stata inventata l'aristocrazia per assoggettare quelli più deboli o ignoranti, da quando è stato usato il denaro in modo improprio non più come sistema per eliminare il baratto, e soprattutto da quando è stata inventata la prima banca circa 500 anni fa proprio in Italia (MPS). Per cui io al tuo posto non ci conterei troppo su questa improbabile "naturale evoluzione" dell'uomo e della sua cultura. Non sarà facile abbattere un sistema che regge da millenni, e so per certo che quei "signori" sappiano già benissimo tutto ciò di cui discutiamo tanto, e che non facciano nulla per cambiare questo stato di cose di proposito, non per ignoranza o perchè mancano alternative. Siamo di fronte alla solita vecchia questione dell'uomo che vuole predominare sull'uomo, la nuova schiavitù, una nuova forma di aristocrazia. Se non affrontiamo il problema partendo da questo presupposto non andremo avanti.
Il nostro primo errore, quello di ogni generazione, è quello di ritenere di stare vivendo in chissà quale speciale epoca, piena di cambiamenti e innovazioni, solo perchè magari siamo circondati da più tecnologia, almeno nel cosidetto mondo occidentale, ma la pensavano così anche nel medioevo quando venne inventato il mulino a vento. Però alla fine questa tecnologia la paghiamo, per connettermi e mandare questo mio commento ho dovuto pagare. Ecco dove stà il punto: persino questo scambio di informazioni e controinformazioni in rete sta facendo guadagnare quei "signori"! Ogni generazione pensa di essere la più speciale e che cambierà il mondo; magari ci riuscirà, un poco o molto, ma se pensa di farlo col presupposto di commuovere quei "signori" e di far cambiare idea e ideologia a migliaia di persone che occupano i posti chiave nei vertici politico-economici... Chriss non ti arrabbiare ma hai sbagliato sito, Utopia/Ucronia è a un altro indirizzo. Purtroppo non esiste un'Arca della Verità da scoperchiare per far cambiare idea alle persone (e del resto fino a che punto sarebbe giusto farlo?).
Il reale problema nella storia umana non sono i vari Attila, Hitler o Bush che si tramandano di epoca in epoca, ma tutti quelli che gli vanno d'appresso ogni volta!!! Dove davvero si dovrà puntare dunque, non sono i vertici della piramide gerarchica ma la base di questa piramide sociale, che regge il gioco di quelli in alto! Bisogna rendere consapevoli le nuove generazioni, debellare l'ignoranza generale. Fin quando un ragazzo vivrà in una società la cui cultura gli inculca che se non ha i vestiti firmati, il SUV e l'i-Phone è uno sfigato morto di fame, fin quando la società lo condizionerà al perbenismo, all'apparire anzichè all'essere, ad abbracciare una data religione perchè se no andrà all'inferno, a non masturbarsi perchè altrimenti diventa cieco, a sposarsi e fare figli perchè altrimenti viene preso per gay (in una società che in più istiga all'omofobia), a fare l'avvocato piuttosto che il contadino perchè se no è un terrone ignorante, ecc.ecc.(la lista sarebbe molto lunga), non interromperemo mai questo circolo vizioso in cui tutto sembra cambiare perchè nulla cambi...
I propositi di giovani come Federico Pistono sono nobili e li condivido, anche perchè stanno proprio alla base di ciò che io stesso sostengo (la divulgazione gratuita delle informazioni al maggior numero di persone), ma come faccio ad accedere a Internet se non ho un allacciamento telefonico, una casa con tanto di residenza dove fare questo allacciamento (e dunque con i relativi compromessi descritti da te stesso, caro Chriss), e un gestore telefonico a cui dovrò pagare una retta? Gli Internet point non sono mica gratuiti, e il free Wi-fi a banda larga gratuito nei parchi non è poi così diffuso; specie nel terzo mondo dove sarebbe più necessario.
La vedo lunga la strada, cari ragazzi e ragazze dai buoni propositi! E ne ho abbastanza di giovani testecalde pieni di buoni propositi che predicano bene e razzolano male, che scrivono o si riempiono la bocca e poi appena spento il computer sono peggio di quelli che vogliono combattere! Non mi riferisco a te Chriss, parlo di passate esperienze personali. Che cosa facciamo poi davvero nel quotidiano? Una donazione di sangue? Del volontariato? Comprare qualcosa che fosse utile piuttosto che di moda? Fare scelte etiche anche se impopolari? Quanto siamo disintossicati dall'indottrinamento culturale? Sono queste le domande che mi pongo per capire come cambiare il mondo.

soista Antonio Tringali - AT§

Condividi contenuti