inizia

Critiche e dubbi sull'economia basata sulle risorse

257 replies [Ultimo contenuto]

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
non esistono voi nè voi nè noi, solo un'umanità confusa e stanca

karnhack ha scritto:
antilope ha scritto:
Capisco benissimo il tuo bisogno di certezze, ma una cosa che ho imparato nella vita è che nessuno te le può dare se non tu stesso.Io sono sempre stato certo di ciò che dico, oggi come ieri, e questa è l'unica vera certezza che ti serve.
Non ci confondiamo, lo chiamiamo movimento ma non c'è nulla di politico in tutto questo.
Io non posso dirti in cosa devi credere. E se siamo arrivati a questo punto è proprio per la mancanza di fiducia in se stessi, come esseri umani.
Abbiamo sempre avuto bisogno di leaders, di credere in qualcuno che ci dicesse cosa fare, nel bene o nel male.
Ora le cose sono diverse.
Vedi, è proprio questo il nocciolo della questione. Perchè ciò di cui parliamo diventi reale è necessario che ognuno di noi ci creda. I grandi cambiamenti nella storia sono sempre scaturiti dalle minoranze, mai dalle masse.I pensieri sono cose concrete, e noi siamo tutti interconnessi, proprio come le cellule del nostro corpo. Però perchè il movimento acquisisca la forza necessaria è necessario che le persone credano, abbiano fiducia in ciò che sentono. Il movimento di per sè per ora è solo un punto di incontro.
Però questo è molto importante, perchè ci unisce, ci permette di non sentirci degli illusi e dà forza anche a quelli che forse come te condividono ma hanno bisogno di certezze per schierarsi da una parte o dall'altra.
Che certezze ti dà? Pensa per esempio a quante persone si attivano ogni giorno per dare a tutti la possibilità di ricevere queste informazioni nella propria lingua. Tutto questo nasce proprio da un sano interesse verso il prossimo. Quì tutti sono volontari, nessuno ci guadagna nulla in termini economici.E se sempre più persone in tutto il mondo si impegnano in qualcosa puoi già avere la certezza che qualcosa bolla in pentola.
Come ti dicevo la cosa importante è capire che senza gli altri, questo progetto sarebbe irrealizzabile. Se vuoi vivere in un paradiso devi assicurarti che anche tutti gli altri possano beneficiarne. Altrimenti la cosa non funziona. Quindi cosa ci si guadagna a credere in se stessi e in questo progetto? Forse la felicità, la pace, il benessere, la serenità dimmi tu cosa vorresti. Certo è che per primo tu devi credere che ciò sia possibile, per poterlo condividere con gli altri e renderlo quindi concreto e reale.

Ovviamente non parlo delle certezze individuali, che per conto mio già ne ho abbastanza. Riguardo al credere, io credo in Dio, credo nel karma e lotto quotidianamente per piegare e sottomettere le parti più meschine di me al mio credo. Per chi non crede, può sembrare fede sciocca... lo pensi pure. Dal primo video zeitgeist si è capito come il movimento consideri tutto ciò... una bella favoletta per coglioni.

In ogni caso non ho intenzione di passare i prossimi 10 giorni a rispondere alle vostre repliche, io sono uno e voi centinaia.
Che il mondo evolverà tecnologicamente questo è chiaro non lo deve dire zeitgeist...salvo guerre nucleari o eventi cataclismici... il mondo è sempre evoluto tecnologicamente... solo che ora tutto il meglio della tecnologia se lo tengono ben nascosto i militari.

Che il mondo evolverà mentalmente questo e chiaro pure, lo ha sempre fatto.
Tra me che non credo nel movimento e voi cambia poco... Voi aspettate che la gente si convinca... io pure.

Solo che come gruppo organizzato mi aspettavo qualcosina in più... quì se viene una guerra e salta la corrente siete tutti soli, altro che movimento....

Io non credo che ciò che si evinca dal video sia esattamente questo.
Sicuramente la religione ha strumentalizzato ciò che Dio rappresenta in favore di uno stereotipo che servisse i suoi scopi, ma credere in Dio non è una favoletta per coglioni, sempre di fede stiamo parlando.
Certo il bambinello gesù, i re magi, il bue e l'asinello, mi sembrano palesemente una rappresentazione fin troppo irrealistica per essere vera,ciò nonostante penso che la bibbia nasconda molte verità sia sul nostro passato che sul nostro futuro.Purtroppo non ci è dato di consultare i testi antichi e dobbiamo accontentarci di ciò che il clero ha permesso che fosse tramandato, con le dovute revisioni e 'correzioni', rendendo il documento niente più ne meno che una importante opera letteraria ma che di fatto non permette di trovare delle risposte concrete.
Tuttavia quello che ti dicevo a proposito dell'altruismo, e della necessità di pensare più al prossimo che a noi stessi, non è altro che la regola aurea che si trova nella bibbia e di cui gesù stesso ne è il portavoce.
Dice di fare agli altri ciò che vorremmo fosse fatto a noi. Nel corano si dice più o meno la stessa cosa e questo è più un comandamento che un consiglio.
Mi sembra che già esista quindi una direttiva, una guida chiara ed inequivocabile sul come l'uomo si dovrebbe comportare.
Vedi forse questo accadere intorno a te?
Tu stesso vivi secondo questi principi?
E come pensi quindi che le cose possano cambiare se anche quando ci viene detto cosa fare non lo facciamo.
Tu mi parli di costituzione, di leggi e non ti rendi conto dell'inutilità di questi strumenti?
Visto che sei credente, spiegami come puoi avere fiducia nelle leggi dell'uomo sapendo che il Cristo, il presunto figlio di Dio, Dio stesso per molti è stato messo in croce dagli stessi che desiderava salvare.
Più autorità di quella io credo non c'è ne fosse.
E a proprio tutti i credenti io mi rivolgo,quanto pensate siano cambiate le cose adesso?
Tutte le persone che hanno cercato di cambiare il mondo consumandosi per diffondere la verità, la conoscenza la pace e l'amore li abbiamo uccisi con la nostra indifferenza, e voi mi parlate ancora di leggi?
La legge dell'altissimo la conosciamo tutti, c'è qualcuno che la rispetta?
Non dico i 10 comandamenti, ma almeno la regola dell'amore che è anche la più risolutiva.
Se non hai chiaro questo concetto, se non capisci che la colpa di tutto questo è anche tua, io non vedo proprio cosa tu ti possa aspettare dagli altri.
Sul fatto che se salta la corrente siamo tutti isolati anche quì ti devo correggere.
Io non ho bisogno di internet o del movimento o di un film per sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Io mi affido come già spiegato alle leggi dell'ambiente e al mio istinto e chiunque abbia questo chiaro in mente non ha bisogno di altro.
Il forum esiste per divulgare informazioni a beneficio di quelle persone come te, che hanno bisogno di vedere che qualcosa si muove per darsi una mossa e cominciare ad agire.
Ciò nonostante, ci sono molti che non fanno altro che lamentarsi e criticare perchè ciò è più semplice che prendersi le proprie responsabilità e ammettere che siamo tutti colpevoli di omicidio.
Ti ricordo che il Cristo l'abbiamo messo in croce e continuiamo a metterlo in croce ogni giorno che passa per il modo in cui viviamo.
Io ritengo invece che il movimento stia svolgendo un ottimo lavoro e che quando si sarà raccolta abbastanza gente si potranno gettare le basi per iniziare a realizzare qualche progetto.
Ma come vedi tu stesso, le persone non credono, hanno paura, sono impigrite dalla tv e dai vizi e hanno la testa piena di sterco.
A queste persone non è sufficiente dire cosa fare, non lo faranno mai e non glie lo si può imporre, non servirebbe a niente.
Perciò quando dici che non credi nel movimento, dici semplicemente che non credi che l'unione faccia la forza, e questo è molto triste e sconcertante.
E poi basta con i noi e i voi, non esiste niente di tutto questo, siamo tutti nella stessa barca, solo che alcuni hanno bisogno di più tempo di altri per
capire e svegliarsi.
L'unica cosa che possiamo fare è fare in modo che ci sia il più informazione possibile in modo tale che chi ne senta il bisogno ci possa trovare.
E questo credimi è già fondamentale.
Ma magari rimanessimo senza luce domani, così il mondo si fermerebbe e si potrebbe ripartire da zero, però sarebbe anche molto pericoloso e io vorrei tanto che non si dovesse arrivare a tanto, ma come ti ho già detto è il pianeta stesso che decide, e se questo deve accadere stai pur certo che troverà il modo perchè ciò si verifichi.
C'è ancora molto che non sappiamo, ma dovremmo già aver imparato che la forza della natura non si combatte senza subirne dure conseguenze.
Quindi vedi, in realtà dipende molto da te, anzi si potrebbe dire che dipende solo da te, non te l'hanno mai detto?
Se tu ci credi veramente i miracoli accadono, stiamo tutti aspettando che tu ti decida a fare il primo passo.
Io invece posso anche sacrificare i miei prossimi dieci giorni per risponderti, se questo serve a farci andare avanti, del resto esistono cose più importanti forse?

antilope
Ritratto di antilope
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 18
Mentre leggevo qualche nuovo

Mentre leggevo qualche nuovo post mi sono imbattuto in questo, che è la risposta che Gabriele Alloro, uno dei tanti attivi nel movimento, ad un nuovo iscritto. Si può leggere l'intero argomento quì http://www.zeitgeistitalia.org/node/2483
Questo è quello che dice il suo post, come potrete vedere, malgrado non ci si conosca esiste una vera e propria sinergia tra i sostenitori del VP e del movimento che non lascia alcun dubbio su ciò che sono i propositi del movimento.

"Se posso aggiungere Sharemind, bene Davide il percorso naturale che la mente dell'uomo fa è proprio quello che stai fecendo. Ti poni domande sulla vita e la società perché è ovvio che c'è qualcosa di sbagliato, cerchi le risposte (pochi lo fanno purtroppo ancora), e quando le trovi ti fumano i coglioni perché ti accorgi della completa cecità e/o indifferenza/egoismo/smarrimento/impotenza/paura delle persone che ti circondano...

Semplicemente dovremo trasformare l'energia della rabbia (istintiva) in energia propositiva e informativa (razionale), che indica il percorso evolutivo e acculturante agli altri sensibilizzandoli.

E' un processo che avrà i suoi tempi fisiologici, ognuno ha bisogno di elaborare e per empatia evolvere col movimento fino ad arrivare un giorno (spero non troppo lontano) ad essere una massa pacifica e "risvegliata" di persone talmente forte e radicata in ogni parte del globo da poter cambiare rotta all'umanità.

Le cose da fare per ora sono soprattutto volte a sensibilizzare le persone, non so se hai visionato tutto il sito e per esempio la sezione "le 4 fasi del Venus Project", praticamente siamo già passati nella seconda fase. Il sito è molto ricco ed entrare nella logica della sua organizzazione potrebbe richiedere del tempo ma una volta capito puoi raggiungere tutte le informazioni possibili e immaginabili richieste per accrescere la cultura e poter attivarti in qualsiasi cosa a "valore aggiunto".

Purtroppo spesso parlando con le persone di "risveglio" veniamo tacciati o derisi, presi per utopisti e poveri illusi, etc etc... dobbiamo avere pazienza, sarebbe magnifico se le persone fossero tutte così acculturate e lungimiranti da entrare velocemente in sintonia col movimento accorgendosi dove è diretta l'umanità con ciò che gli riserva il futuro. Avremmo una rivoluzione domani mattina.

Per fare un esempio mi piace citare questa frase di H. Ford: "Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione"

raffaeleromano69
Ritratto di raffaeleromano69
Offline
Unito: 17 Gen 2011
Messaggi: 36
Tutte le mie domande.

Vi chiedo umilmente scusa delle tante domande. Ma gli elementi trovati in Addendum e in ZMF e nella guida non sono stati per me esaustivi. Forse le risposte che potrebbero soddisfarmi sono nascoste in altri post. Ma non riesco a trovare niente che non siano le argomentazioni standardizzate (scusatemi di nuovo).
Si diceva che una domanda ben posta a volte vale più di cento risposte. Ma sicuramente le risposte saranno di gran lunga più chiare delle mie domande.

Eccole:
Come ci si regola con dipendenze dannose per se e per gli altri? dipendenze da sostanze: droghe, cibo, sigarette. E quelle senza sostanze: Internet dipendenze, la dipendenza da cellulare o tecnologica, il gioco, la dipendenza sessuale in tutte le sue forme, la dipendenza affettiva, ricerca sfrenata di novità e, più in generale, le distorsioni dello stile cognitivo, comportamenti compulsivi e problematici, ossessioni, disturbi di personalità, difficoltà relazionali e affettive, isolamento e ritiro sociale? Chi ci da la sicurezza che possa bastare la cultura e l’educazione o l’assenza di scarsità delle risorse per arginare questi problemi? Ci sono studi su vasta scala oltre quelli menzionati in ZMF?
Perchè Fresco contempla la possibilità che nel VP ci si possa ubriacare? Questo non potrebbe potenzialmente portare a comportamenti pericolosi?

Per le attività umane che non potranno essere sostituite completamente dalla tecnologia si prevedono incentivi non monetari a chi le esercita?

Per chi non volesse dedicare nemmeno 5 minuti della propria vita al progresso della società nel VP sono previsti delle ammonizioni?
Chi non vuole vivere secondo i dettami del ZM (e non si convince con le buone per niente al mondo) che fine farà? Verrà relegato? Convinto con la forza? Lasciato perdere?

Credendo possibile superare la stratificazione in classi, abolire la proprietà privata e la moneta, sopprimere lo status di nazioni..... credete sia veramente possibile superare le identità razziali? Come si farà a convincere milioni di persone a rinunciare a valori e culture proprie a volte millenarie (ad esempio gli aborigeni)?

Che peso dare alle persone nella fase di transizione? Ossia che percentuale di popolazione deve essere a conoscenza delle proposte dello ZM? E a che grado di assimilazione dei concetti?
E’ meglio che ci sia una sola persona famosa che conosca le nostre idee e vi aderisca o un milione di persone che non contano un fico secco?

Come si prevede di contenere la prevedibile impennata dei consumi se tutto è gratis e a disposizione? Si prevedono controlli all’uso delle risorse usate dei singoli individui(acqua, cibo, energia, medicine o materiali di consumo più svariati)? O si prevede qualcosa per educarci all’uso razionale delle risorse? Se si.... cosa?

Chi impartirà l’educazione e la cultura? Ci saranno scuole, atenei, professori? O chi ha il sapere e nozioni li trasmette come può?
Il progresso a che velocità deve andare? Al ritmo dei più svegli e veloci (lasciando indietro chi ha meno capacità)? O ad un ritmo più lento per permettere a tutti la completa metabolizzazione delle innovazioni?

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
Who is PJ

Dal post di Antilope dell' 11 Marzo ore 8,13 pm
"Posto il link a beneficio di tutti,
http://www.youtube.com/watch?v=tw9IHJNB75E
Se avete bisogno di una traduzione chiedete pure io o qualcun altro troverà il tempo di farvela avere, o magari esiste già sinceramente non lo so.
A volte sapere come nascono certe cose può aiutare più di tante parole, cosa che come vedi a me non mancano :-)
Ciao a tutti...."

Se posso esservi d'aiuto trovate questo video e molti altri già sottotitolati nella sezione Documentari di cui riporto qui sotto il link
http://www.zeitgeistitalia.org/wiki/documentari

Antilope è considerevole la pazienza che riesci ad avere. :)

Spero che il tuo sforzo possa riuscire a dare qualche frutto saresti autore di un impresa davvero memorabile :)

Ti ringrazio per la citazione.

Ps. Se perdiamo l'energia elettrica continueremo con l'energia che è in ognuno di noi e che qualcuno identificò con il termine AMORE: questa è l'unica fede che ogni uomo dovrebbe... riscoprire.

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

karnhack
Ritratto di karnhack
Offline
Unito: 14 Lug 2010
Messaggi: 28
x antilope

antilope ha scritto:

Io non credo che ciò che si evinca dal video sia esattamente questo.
Sicuramente la religione ha strumentalizzato ciò che Dio rappresenta in favore di uno stereotipo che servisse i suoi scopi, ma credere in Dio non è una favoletta per coglioni, sempre di fede stiamo parlando.
Certo il bambinello gesù, i re magi, il bue e l'asinello, mi sembrano palesemente una rappresentazione fin troppo irrealistica per essere vera,ciò nonostante penso che la bibbia nasconda molte verità sia sul nostro passato che sul nostro futuro.

Chi ha fatto il primo video non sapeva che è normale che Horus e Cristo siano la stessa cosa perchè lo sono.
Il linguaggio nel corso delle generazioni è sempre cambiato e da quì il bisogno di modificare il linguaggio esoterico... la storia va avanti dall'egitto fino ai giorni nostri (prima non si sa nulla anche se si parla di Atlantide).
La Bibbia, come dici tu sembra una storia per bambini (il bue, gli asinelli ecc) ma per i nostri nonni andava più che bene... il fatto è che non va più bene per te...
L'energia Cristiana sembra finita ma non lo è, è solo cambiato il modo per captarla e "noi non abbiamo gli strumenti".

Sembra proprio così anche se in realtà non lo è

antilope ha scritto:

Purtroppo non ci è dato di consultare i testi antichi e dobbiamo accontentarci di ciò che il clero ha permesso che fosse tramandato, con le dovute revisioni e 'correzioni', rendendo il documento niente più ne meno che una importante opera letteraria ma che di fatto non permette di trovare delle risposte concrete.

Ti sbagli, i testi ci sono e sono chiari, ne ho parlato nei post precedenti, ma come vedi è tempo sprecato visto che i post finiscono nel dimenticatoio (da quì la mia critica nel precedente post al forum, che secondo me deve avere una struttura a gerarchia)

antilope ha scritto:

Visto che sei credente, spiegami come puoi avere fiducia nelle leggi dell'uomo sapendo che il Cristo, il presunto figlio di Dio, Dio stesso per molti è stato messo in croce dagli stessi che desiderava salvare.
Più autorità di quella io credo non c'è ne fosse.
E a proprio tutti i credenti io mi rivolgo,quanto pensate siano cambiate le cose adesso?
Tutte le persone che hanno cercato di cambiare il mondo consumandosi per diffondere la verità, la conoscenza la pace e l'amore li abbiamo uccisi con la nostra indifferenza, e voi mi parlate ancora di leggi?
La legge dell'altissimo la conosciamo tutti, c'è qualcuno che la rispetta?
Non dico i 10 comandamenti, ma almeno la regola dell'amore che è anche la più risolutiva.
Se non hai chiaro questo concetto, se non capisci che la colpa di tutto questo è anche tua, io non vedo proprio cosa tu ti possa aspettare dagli altri.

Dio stesso ha avuto bisogno di leggi e l'uomo non ne ha bisogno? In ogni caso mi riferisco a poche leggi e molto elementari.

antilope ha scritto:
Sul fatto che se salta la corrente siamo tutti isolati anche quì ti devo correggere.
Io non ho bisogno di internet o del movimento o di un film per sapere cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Io mi affido come già spiegato alle leggi dell'ambiente e al mio istinto e chiunque abbia questo chiaro in mente non ha bisogno di altro.
Il forum esiste per divulgare informazioni a beneficio di quelle persone come te, che hanno bisogno di vedere che qualcosa si muove per darsi una mossa e cominciare ad agire.
Ciò nonostante, ci sono molti che non fanno altro che lamentarsi e criticare perchè ciò è più semplice che prendersi le proprie responsabilità e ammettere che siamo tutti colpevoli di omicidio.
Ti ricordo che il Cristo l'abbiamo messo in croce e continuiamo a metterlo in croce ogni giorno che passa per il modo in cui viviamo.
Io ritengo invece che il movimento stia svolgendo un ottimo lavoro e che quando si sarà raccolta abbastanza gente si potranno gettare le basi per iniziare a realizzare qualche progetto.
Ma come vedi tu stesso, le persone non credono, hanno paura, sono impigrite dalla tv e dai vizi e hanno la testa piena di sterco.
A queste persone non è sufficiente dire cosa fare, non lo faranno mai e non glie lo si può imporre, non servirebbe a niente.
Perciò quando dici che non credi nel movimento, dici semplicemente che non credi che l'unione faccia la forza, e questo è molto triste e sconcertante.
E poi basta con i noi e i voi, non esiste niente di tutto questo, siamo tutti nella stessa barca, solo che alcuni hanno bisogno di più tempo di altri per
capire e svegliarsi.
L'unica cosa che possiamo fare è fare in modo che ci sia il più informazione possibile in modo tale che chi ne senta il bisogno ci possa trovare.
E questo credimi è già fondamentale.
Ma magari rimanessimo senza luce domani, così il mondo si fermerebbe e si potrebbe ripartire da zero, però sarebbe anche molto pericoloso e io vorrei tanto che non si dovesse arrivare a tanto, ma come ti ho già detto è il pianeta stesso che decide, e se questo deve accadere stai pur certo che troverà il modo perchè ciò si verifichi.
C'è ancora molto che non sappiamo, ma dovremmo già aver imparato che la forza della natura non si combatte senza subirne dure conseguenze.
Quindi vedi, in realtà dipende molto da te, anzi si potrebbe dire che dipende solo da te, non te l'hanno mai detto?
Se tu ci credi veramente i miracoli accadono, stiamo tutti aspettando che tu ti decida a fare il primo passo.
Io invece posso anche sacrificare i miei prossimi dieci giorni per risponderti, se questo serve a farci andare avanti, del resto esistono cose più importanti forse?

Per me l'armonia tra gli uomini non ha bisogno di organizzazione, basta essere se stessi sempre e ovunque, sopratutto di fronte la gente per modificare la loro energia armonizzandola. Parlare alla parte intellettuale delle persone non serve a nulla, oltre che a mettergli altri pensieri in testa...

Avrete acquistato del vero buonsenso solo il giorno nel quale avrete appreso a distinguere quello che vi farà bene o male domani da quello che vi sembra buono o cattivo oggi. Gurdjieff

42
Ritratto di 42
Offline
Unito: 16 Feb 2011
Messaggi: 47
Come si gestisce la

Come si gestisce la disoccupazione? Come si fa a dare un incentivo nel lavoro se uno decide di non lavorare (perchè non è che la razza umana è fatta solo da menti perfette e geniali, capitano anche le mele marce)? Come si incentiva la produzione (cioè, con l'economia moderna, chi non produce di più e meglio fallisce, quindi ci si chiede perchè si dovrebbe lavorare di più per migliorare una comunità dove quello che serve c'è già)? Come si intende attuare il VP? Non è un po' troppo utopistico sperare di creare una società a livello mondiale che non abbia bisogno di regole perchè ogni singolo abitante non dovrebbe causare problemi alla comunità?

I put out the word "the" in "psychotherapist"

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
WIPJ su dotsub

Gabriele Alloro ha scritto:
Dal post di Antilope dell' 11 Marzo ore 8,13 pm
"Posto il link a beneficio di tutti,
http://www.youtube.com/watch?v=tw9IHJNB75E
Se avete bisogno di una traduzione chiedete pure io o qualcun altro troverà il tempo di farvela avere, o magari esiste già sinceramente non lo so.[···]

la 2° che hai detto :-)
http://dotsub.com/view/64a4e684-a263-4e6b-abf9-ad54642428db
tradotto su dotsub..

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
@karnhack

karnhack ha scritto:
(da quì la mia critica nel precedente post al forum, che secondo me deve avere una struttura a gerarchia)

verifica le tue impostazioni di visualizzazione commenti.
se vuoi una lista ad albero basta che la selezioni!
guida all'uso (sistema visualizzazione)
pace!
ciauuu.

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

Massimiliano Ma...
Ritratto di Massimiliano Masciulli
Offline
AmministratoreModeratore
Unito: 3 Lug 2009
Messaggi: 771
@42

42 ha scritto:
Come si gestisce la disoccupazione? Come si fa a dare un incentivo nel lavoro se uno decide di non lavorare [···]? Come si incentiva la produzione [···]? Come si intende attuare il VP? [···]

42 le risposte che cerchi sono nelle FAQ e nella guida d'orientamento, oltre che nelle faq video qui sotto.
va bene fare domande ma non possiamo rispondere a cose a cui e già stato risposto ampiamente nei documenti ufficiali.
almeno PROVA a cercare prima di porre domande ripetitive.

----------------------------
MASMARUPOR
moderatore forum - gestione utenti/gruppi

42
Ritratto di 42
Offline
Unito: 16 Feb 2011
Messaggi: 47
Nonononono, non hai capito,

Nonononono, non hai capito, non sono le stesse domande che pongo io. E piantala, non è che devi trolleggiare ad ogni mio post.

I put out the word "the" in "psychotherapist"

Zaret
Ritratto di Zaret
Offline
Unito: 26 Mar 2011
Messaggi: 11
http://www.zeitgeistitalia.or
tonjo
Ritratto di tonjo
Offline
Unito: 31 Gen 2010
Messaggi: 11
http://it.paperblog.com/il-co

http://it.paperblog.com/il-comunismo-new-age-il-programma-zeitgeist-315053/
salve ho trovato quest'articolo,che ne pensate???

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Cospirazioni

tonjo ha scritto:
http://it.paperblog.com/il-comunismo-new-age-il-programma-zeitgeist-315053/
salve ho trovato quest'articolo,che ne pensate???

Ciao Tonjo immagino che tu sia nuovo.
Lo scrittore di questo articolo traduce semplicemente le solite ilazioni shocche che fanno quelli che preferiscono inventarsi connessioni fasulle o per giustificare i loro dubbi e la loro ignoranza riguardo al movimento piuttosto che guardare ai contenuti.
Non posso dire di non comprenderne parte dei motivi, come non posso dire che certi argomenti si prestino bene alla creazione di certi pregiudizi.
Ma è anche vero che il movimento ha chiarito mille volte di avere vita propria e di essere nato dopo la release di Z. Addendum.

Non è un segreto che tutti compreso Peter Joseph siano cambiati e cresciuti nel tempo cambiando sia approccio che idee su molte cose come ha anche più volte ammesso lui stesso. Cose che in mia opinione gli danno credibilità, sono terrificato dalle persone che continuano a pensare la stessa cosa per tutta la vita e non sbagliano mai perché quelle sarebbero sospette anche per me.

Invito tutti a guardarsi la Guida per l'attivista ed il primo film della serie di Film che Peter vuole donare al movimento che è Zeitgeist Moving Forward e di commentare su ciò che dicono se ci sono cose che non comprendete o avete dubbi, sono inoltre inerenti al movimento le letture di Jacque Fresco e le lezioni rilasciate da Peter chiamate: Where are we now?, Where are we going? e Social Pathology.

Questi sono alcuni documenti di riferimento per iniziare a comprendere il movimento Zeitgeist e perché supporta il Venus Project (Venus città della Florida non la Stella del Mattino!)

Anche se è evidente che non esistono certe connessioni specie in un movimento che si definisce scientifico e basato sull'applicazione del metodo scientifico per il miglioramento della società e certamente non abbiamo niente a che fare con gli autori di certe frasi che Peter ed altri hanno apprezzato e voluto riportare nei vari film... la vera domanda è:

Quanto è rilevante l'origine di coloro che vi propongono l'idea rispetto al valore dell'idea stessa?

Noi siamo un movimento culturale e che vuole portare alla luce una nuova società incentrata sul benessere comune senza stratificazioni sociali ridicole come quelle che abbiamo oggi e lo vogliamo fare tramite l'applicazione della logica della libera circolazione della cultura e della scienza.

Non è costruttivo andare a cercare da chi abbiamo preso le idee che abbiamo, ci sono idee chiaramente riferibili al comunismo, altre chiaramente ispirate al cristianesimo di cui il VP sarebbe la manifestazione più vicina sulla Terra se fosse attuato nelle modalità che vogliamo utilizzare... ci saranno idee che provengono dal capitalismo e così via.
Noi vogliamo raccogliere le idee che sembrano migliori ed utilizzarle nel modo che riteniamo migliore non ci curiamo da chi proviene un'idea e non possiamo essere categorizzati come niente che esista già perché non abbiamo le vecchie ideologie obsolete che tutti dal Capitalismo al Comunismo in tutte le sue forme hanno avuto.
Noi utiliziamo logica, studio e scienza per comprendere la nostra società e cercare di migliorarla.

Poi proponiamo degli esempi di come questa società potrebbe funzionare, esempi che diventeranno obosoleti con il tempo, mano a mano che la tecnologia e la nostra società evolve.
Esempi come le città circolari, le città nei mari, gli Episodi della mia Vita nel Venus Project che è una produzione italiana e così via.

Chi è qui per studiare le nostre idee e criticarle costruttivamente è invitato a farlo ed è anche invitato a partecipare ai nostri incontri virtuali su TeamSpeak come a tutte le manifestazioni che faremo in futuro e ad incontrarci di persona.

Chi è qui per farci accuse di collusioni varie e vuole speculare sull'onesta dei fondatori del Movimento o persino nostra personale e delle persone che frequentano questo forum è invitato a risparmiare i suoi post per altri forum più adeguati a parlare di cospirazioni e fantasie varie.

Spero che il focus rimanga su cultura e discussioni costruttive e che non si cada a certi livelli come è già successo in passato.

È giusto avere le proprie opinioni ma è anche giusto rispettare gli scopi di esistenza di questo forum.

DIscussione di idee costruttive, cultura e scienza!

Buona permanenza a tutti :)

tonjo
Ritratto di tonjo
Offline
Unito: 31 Gen 2010
Messaggi: 11
ciao daniele sono

ciao daniele sono relativamente nuovo dato che son quasi due anni che seguo il movimento con sprito critico e fervore,solo ultimamente però ho deciso di intervenire dato che spesso manca sia il tempo sia la preparazione a trattare certi temi.la mia non è una critica,son stato semplicemente incuriosito dall'articolo e avrei voluto l'opinione di alcuni di voi.amo questo modo scientifico di pensare e di vivere prospettato nel vp e sono pienamete convinto che sia il punto d'arrivo di una fase culturale che abbraccia la storia dell'uomo,questa consapevolezza questa nuova spiritualità mi ha invaso di enorme fiducia e credo sia la base di partenza sulla quale fondare la civiltà umana.chi fra noi attivisti non vive quest'emozione probabilmente non è convinto dei mezzi di cui disponiamo come specie.
non sapevo che il movimento sia nato dopo addensum.infatti ho sempre conosciuto i film associati al movimento dato che li ho conosciuti assieme.penso indine che l'idee del movimento devono solo dispiegarsi per poi evolversi, e spostando l'attenzione umana dai soldi verso la natura ovvero verso noi stessi,causerà quella rivoluzione culturale, simili alle altre nella storia ma molto più rivoluzionaria,che porterà la terra all'open source globale.

marco putzolu
Ritratto di marco putzolu
Offline
Unito: 28 Mar 2011
Messaggi: 71
considerazioni

Buon giorno Daniele,leggevo la tua risposta al nostro amico Tonjo.si in effetti condivido i tuoi pensieri,io sono iscritto da qulche settimana al movimento,e leggendo qua e la si evince che:
Le persone che si sono ritrovate nel movimento è stato in modo spontaneo,perchè non sono idee di un progetto,ma del progetto.Questo è molto importante da dire, perchè dopo i ripetuti fallimenti delle vecchie istituzioni da quelle politiche,religiose,monetarie,della giustizia,c'è bisogno di un radicale cambiamento che ci porti ad una nuova struttura di aggregazione planetaria.Purtroppo alcune persone del movimento, benchè siano perplesse sul progetto,non arrivano al miglioramento dello stesso ma approcciano al movimento con la mentalità del passato.Il passato ci ha dato prova che le stratificazioni sociali,create ad arte dalle istituzioni hanno portato ad un impoverimento ed imbarbarimento comportamentale dell'uomo verso l'uomo e verso la natura.E' chiaro che gli aderenti al movinento hanno sposato le idee principi del progetto,guai a cambiarle per fini secondari....ma non voglio neppure pensarci.Siccome che l'ideatore non è italiano,questi fini secondari non dovrebbero esserci.(non voglio essere polemico).in queto movimento c'è gente che come me oggi possono accedere ai beni e servizi senza problemi,in proporzione al reddito.Però quanta gente non pùò farlo?
perchè coloro che si presentano davanti ad una telecamera tv per trovare fondi per questa e quella organizzazione umanitaria (lodevolissimi)riconsideri tutto.,cioè riformare le strutture dell'uomo (società)con aggregazioni di persone di tutte le estrazioni per la condivisione di un solo progetto comune mondiale con una sola bandiera,che ci spinga verso l'evoluzione della specie umana.in un altro mio post ho considerato il progetto Venus come la scoperta della penicellina...forse pensate che l'accostamento è poco calzante ma ritengo di no.abbiamo l'obbligo di lasciare ai nostri figli un pianeta vivibile,senza condizionamenti alcuni,senza guerre per l'accaparramento del petrolio,senza divisioni.

marco

Neuran
Ritratto di Neuran
Offline
Unito: 15 Apr 2011
Messaggi: 3
Pur condividendo le analisi

Pur condividendo le analisi della serie zeitgeist, la soluzione che essa propone ovvero, il progetto Venus, mi trova alquanto scettico. Mi chiedo quanta 'efficienza tecnologica e scientifica' sia necessaria per vivere su questo pianeta, io non credo ne possa servire molta se non nulla. Essendo la nostra specie parte di un organismo vivente, ritengo che sia sufficiente adempiere al nostro ruolo. La chiarezza di questo ruolo è invece qualcosa che dovremmo riconquistare.

Soulbreaker
Ritratto di Soulbreaker
Offline
Unito: 8 Feb 2011
Messaggi: 55
.

Neuran ha scritto:
Pur condividendo le analisi della serie zeitgeist, la soluzione che essa propone ovvero, il progetto Venus, mi trova alquanto scettico. Mi chiedo quanta 'efficienza tecnologica e scientifica' sia necessaria per vivere su questo pianeta, io non credo ne possa servire molta se non nulla. Essendo la nostra specie parte di un organismo vivente, ritengo che sia sufficiente adempiere al nostro ruolo. La chiarezza di questo ruolo è invece qualcosa che dovremmo riconquistare.

Il Venus Project, alla fine, è solo una delle migliaia di applicazioni che potrebbero esserci per sostenere una RBE. Attualmente, è il migliore, perché studiato in ogni dettaglio ed effettivamente efficiente e dall'impatto ambientale fondamentalmente nullo, ciò non vuol dire che in futuro non potremmo trovare soluzioni ancora migliori.
Il ruolo dell'essere umano quale può essere se non quello di scoprire, capire, inventare?
"Siamo solo un’avanzata razza di scimmie su un pianeta minore di una stella media. Ma siamo in grado di capire l’universo. Questo ci rende qualcosa di molto speciale." - Stephen Hawking
Per la fine di quest'anno, molto probabilmente, saremo 7 miliardi su questo pianeta. La tecnologia è essenziale, per dare a tutti il tenore di vita che meritano, senza disturbare troppo il pianeta.

Neuran
Ritratto di Neuran
Offline
Unito: 15 Apr 2011
Messaggi: 3
Non sono molto convinto,

Non sono molto convinto, certo una maggiore comprensione scientifica è sicuramente indice di sviluppo, ma senza portare troppe citazioni, dicendo la mia opinione, non credo che puntare sulla tecnologia sia una soluzione. Fresco punta chiaramente a questo ed io non mi riconosco.
Il denaro è sicuramente da abolire, (almeno l'uso che ha attualmente) e poi bisognerebbe adottare una alimentazione a base vegetale il che rallenterebbe di molto lo sfruttamento delle risorse (il cibo è fondamentale, nulla possiamo fare se non ci siamo nutriti. Secondo la Fao aumentiamo di 80 milioni di persone l'anno ed abbiamo desertificato il 30% delle terre coltivabili solo per darci da vivere). Poi bisognerebbe adottare una filosofia di vita improntata all'equilibrio e di tipo biocentrico. La mia opinione è che "capire i meccanismi della natura non ci autorizza a modificarli".

Adam
Ritratto di Adam
Offline
Unito: 15 Apr 2011
Messaggi: 2
Opinione critica sul movimento zeitgeist

Ciao Alessandro, sono Sara una italiana come te , sai sono contenta che da piccolo eri cosi curioso , ti piaceva tanto la fisica e la natura.
Il porti ,domande e cercare risposte era la tua unica attività, proprio come me, come tanti individui , ma non tutti.
E questo è un bene oggettivamente.

Il mio ragazzo sembra venuto dal futuro, parla di cose che non esistono, di Voi dice solamente che non Avete la minima IDEA di cosa state facendo, e che le OPINIONI sono la negazione della Verità . E voi del movimento Zeitgeist parlate ,solo attraverso quelle....

Ora a me piace dare opinioni, cosi o pensato, scrivo, non resisto ho bisogno di comunicare con Voi e di ricevere risposte..... perché sono veramente tanto spaventata.

Vedi il movimento zeitgeist fa un quadro della situazione del ' oggi reale.
oK. la democrazia e un illusione.
ok. l' uomo brutale e avido ha vinto e ha basato la società su queste linee guida, e sul sistema monetario .
ok. FMI (banca mondiale) schiavizza i paesi sottosviluppati facendoli indebitare.
ok. Il sistema monetario crea debito inflazione e povertà .
ok. I presidenti corrotti fanno fuori gli onesti tutto per i profitti sul petrolio.
ok. Un mondo di disonesti e corrotti.
ok. Tutti quelli che sfidano economia Usa sono terroristi, i quali impauriscono le persone le stesse che appoggiano la guerra.
ok. le religioni esistono come barriera alla crescita sociale. Non c'è alcun Dio e la scienza e in mano hai politici .
Ok! ok e poi ancora OK . BRAVIIII !!!!!!!!!!!!!!

fa tutto schifo, la gente muore ha fame, le famiglie si distruggono non hanno le case , la piccola impresa e abbandonata a se stessa
,le banche prestano i soldi a chi non ha garanzie, anche a gli immigrati.. i fallimenti fanno parte del sistema, i giovani stanno allo sbando, ci avvelenano con il cibo, il mondo e vivo e si sta ammalando stiamo in un punto di forse non ritorno,

E VOI.....?????

la società tiene le regole del comportamento umano.
Ma non per questo io mi faccio prendere da CRISI DI COSCIENZA,

le classi il dogma le religioni inquinano il mondo
ma la moneta, quella l' abbiamo creata noi umani perché ci serviva,
Il processo inizia con la sostituzione del metallo originale con una moneta che lo rappresenti. In questo modo l'oro poteva essere mantenuto al sicuro nei forzieri . L'evoluzione continuò dapprima con la rappresentazione cartacea dello stesso standard metallico, ed infine rimuovendo completamente la copertura in metallo ed affidando alla sola carta il valore della valuta.
Vedete Voi siete arrivati a questo punto studiando la storia essa ci insegna che le ideologie utopiche sono delle potenti armi di distruzione di massa. Le più potenti mai inventate. Promettono la libertà e portano la schiavitù, promettono l’uguaglianza e portano il dispotismo, promettono la fraternità e portano i campi di stermino. Promettono il paradiso in terra e invece portano l’inferno.
Voi dite che : Usciamo dall’inferno del capitalismo finanziario!…
Diciamo di sì al PROGETTO VENERE!!!!!!!… Il Progetto Venere prevede una economia fondata sulle risorse e sul progresso tecnologico… La tecnologia porterà prosperità per tutti… L’America sta diventando una nazione fascista… I capitalisti obbligano le persone a svolgere lavori alienanti… Ma l’automazione meccanica potrebbe liberare definitivamente gli uomini dai lavori alienanti… Il lavoro è nemico dello sviluppo tecnologico… L’economia monetaria promuove i lavori alienanti e frena lo sviluppo tecnologico… Se ci liberassimo dell’economia monetaria, non ci sarebbero più né scarsità di risorse né crimini… Infatti il 90 per cento dei crimini sono legati al denaro… Negli Usa, la nazione più capitalista e più privatista del mondo, ci sono le prigioni più grandi del mondo… Il crimine nasce dalla povertà e dall’ignoranza… Se ci liberassimo dai lavori alienanti, ci sarebbe più tempo per l’educazione… Basta col lavoro! Basta con la patria! Basta con lo Stato! Basta con le classi sociali! Unifichiamo tutto il mondo… Viva il progresso… Ma le istituzioni frenano il progresso, la gente ha paura dei cambiamenti… Acquista consapevolezza! La tendenza a credere ciecamente in un sistema è materialismo… IL SISTEMA MONETARIO PERPETUA IL MATERIALISMO… Siamo tutti schiavi…. È tempo di cambiare… All’inizio, l’umanità viveva di caccia e di raccolta, poi c’è stata la rivoluzione agricola, poi c’è stata la rivoluzione industriale… È tempo di fare una nuova rivoluzione, di instaurare un nuovo sistema sociale… LE RELIGIONI ESISTONO COME BARRIERE ALLA CRESCITA PERSONALE E SOCIALE… Cristo non è mai esistito, tutto quello che c’è sulla Bibbia è falso… Tutte le religioni hanno un nucleo comune di valori… Teniamoci questo nucleo di valori e buttiamo via le religioni… Infatti le religioni creano solo divisioni e ci fanno rifiutare una VITA RELAZIONATA SIMBIOTICAMENTE CON GLI ALTRI… Tutta la natura è un sistema unificato di variabili interdipendenti… l’aria… l’acqua… il fuoco… la terra… Il mondo non è solo una comunità di esseri umani… È una comunità di esseri umani, animali e piante… Dobbiamo relazionarci con gli animali e con le piante… Dobbiamo scoprire la GIOIA SPIRITUALE DELLA SIMBIOSI CON LA NATURA… Instauriamo una società globale sostenibile… Siamo figli delle stelle, non di Dio… Le religioni non rispondono ai bisogni fisici primari… Per rispondere ai bisogni fisici, occorre una gestione intelligente delle risorse… Sbarazziamoci del corrotto sistema monetario… Basta col culto del profitto… I politici sono inutili… I nostri problemi vitali sono problemi tecnici, non politici… Basta con le ideologie e le religioni che dividono la gente… Facciamo in modo che le religioni diventino delle innocue filosofie spirituali…

Bastaaaaaaaaaa !!!!!!!!!! mi fermo, Ho sempre più paura scusate ma e la Corporatocrazia oggi non tiene in mano il mondo ?, le corporazioni e le multinazionali non vogliono arrivare alla globalizzazione del economia per espandere il loro potere e governare il pianeta intero ????????????? si

E Voi Venus project non volete la stessa cosa ? Si

Chi siete cosa volete ? Lo sapete che Internet a un copyirght voi come esistite??

Avendo sempre un'occhio molto "scientifico" della situazione, cerco sempre di dare il giusto peso alle cose, e di prendere per assodato quello che vedo, e non quello che "penso" di sentire..
Un animale deve essere ucciso per essere mangiato? va bene, lo si fa nel modo meno doloroso, se possibile, ma non c'è niente di strano.
Un animale deve essere esaminato, per controllare la reazione di un farmaco?
Lo si deve fare, per il nome della scienza e dell'essere umano.

Vedete quello che voglio dire e che Voi dite 3 grandi verità quali:

SMETTERE DI SOSTENERE IL SISTEMA…
trasformare quello che c’è......
e mettere scienza e tecnologia e istruzione nelle giuste mani.....
e questo e possibile si può fare e questo che si deve fare,
Noi giovani siamo la forza il motore, investiamo le ns energie , uniamoci non stiamo allo sbando il futuro dipende da Noi....

Andiamo a vivere in Compagna, produciamoci energia organizziamoci in eco-villaggi, usciamo dal sistema.
organizziamo nuove forme di prestiti , produciamo il NS. cibo vivendo delle nostre terre e dei sui frutti.
La terra e energia l' energia tiene la Nostra economia ed e quindi denaro.
Lasciamo tutte queste professioni specialistiche e create andiamo a dare una mano dove serve, portando istruzione e lavorando come si deve per un L' unico scopo: di raccogliere quello che i frutti della terra ci da, e di valorizzarli, lottare con l' obbiettivo di ottenere un rialzo del prezzo del petrolio con un aumento delle tasse su chi inquina.

Con tanto sforzo oggi grazie a internet e la mobilitazione di massa delle persone si può far crollare il sistema bancario .
Per me la libertà e dare la consapevolezza e la possibilità ad ognuno di poter amare la propria terra.

Quindi per favore quello che vi chiedo io e il perché ??? in una situazione di pericolo e orrore. Voi mi Parlate di futurismo di design abolizione del lavoro, e delle macchine robotiche che sostituiscono le fatiche del uomo , di abolizione di leggi e moneta siete, impazziti.

La Moneta è il valore che rimane al genere UMANO.
essa deve essere rivalutata, si devono far crollare le multinazionali, le banche; è nel genere Umano che dobbiamo continuare a credere, istruendolo nel rispetto dell unica casa che ha ...la Terra.

Questa e la mia opinione, Saluti Sara

Neuran
Ritratto di Neuran
Offline
Unito: 15 Apr 2011
Messaggi: 3
Ridondante?? Fantastico,

Ridondante?? Fantastico, dev'essere un accenno di questa rivoluzione tecnologica.
Tolgo il disturbo.

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Per Sara e Nueral :)

Ciao ragazzi,
mi scuso se sono sembrato un po' duro nel mio intervento, ma basandomi sulle esperienze passate ho pensato che cercare di prevenire fosse meglio che curare :)

I'intervento di Neuran offre degli spunti di riflessione interessanti, per esempio ci mostra i limiti di un mezzo di comunicazione come il linguaggio che abbiamo.
Anche se stiamo teoricamente scrivendo in italiano stiamo utilizzando parole comuni attribuendogli significati diversi per vari motivi.

Un motivo risale probabilmente al fatto che il nostro italiano non è nato da uno specifico punto strategico di partenza ma si è evoluto come unificazione di una serie di dialetti e lingue più antiche e quindi meno evolute che sono state fuse insieme e sono stati disegnati per esprimere in modo efficiente dei concetti che esistevano migliaia di anni fa quando il livello evolutivo umano era molto più basso di quello che abbiamo oggi. Poi abbiamo le influenze delle culture locali, i dialetti e le commistioni tra diverse lingue che rende il tutto ancora più complesso.
Uno studioso americano del linguaggio ha cercato di studiare in che maniera il modo con cui parliamo con noi stessi influenza la nostra intelligenza e la scoperta che ha fatto è che in effetti il primo fattore che sviluppò l'intelligenza umana rispetto alle scimmie per esempio è stata l'invenzione del linguaggio interno: la riflessione!

Scoprì anche che una lingua che ha problemi ad esprimere in modo chiaro un concetto per mancanza di parole specifiche sulla cosa, tende ad evitare di trattare il concetto stesso.

Questa cosa la capiscono bene le persone multi-lingua, io per esempio parlando con la mia ragazza norvegese utilizzo l'inglese come lingua principale ma mescolo con esso anche termini italiani che non riesco ad esprimere correttamente in inglese perché semplicemente non hanno una parola efficace per esso e pure il norvegese che ha altre parole che sono migliori sia dell'italiano che dell'inglese per esprimere un concetto preciso.
Parlando con gli amici italiani bilingua faccio la stessa cosa, introduco termini inglesi che l'italiano non esprime nel modo che vorrei. Questo però mi ha fatto comprendere che in effetti anche nella mia mente pensando in inglese mescolo naturalmente e regolarmente italiano, inglese e norvegese: questo semplifica la mia catena di pensieri ed aumenta l'accuratezza di ciò che sto discutendo con me stesso e le conclusioni che raggiungo.

Avere un linguaggio nuovo possibilmente open source che sia più chiaro, intuitivo e facilmente aggiornabile: concepito per evolvere con la nostra cultura sarà un passo fondamentale per l'evoluzione umana e prima e poi sono convinto che ci arriveremo.

Neuran ha scritto:
Non sono molto convinto, certo una maggiore comprensione scientifica è sicuramente indice di sviluppo, ma senza portare troppe citazioni, dicendo la mia opinione, non credo che puntare sulla tecnologia sia una soluzione. Fresco punta chiaramente a questo ed io non mi riconosco.
Il denaro è sicuramente da abolire, (almeno l'uso che ha attualmente) e poi bisognerebbe adottare una alimentazione a base vegetale il che rallenterebbe di molto lo sfruttamento delle risorse (il cibo è fondamentale, nulla possiamo fare se non ci siamo nutriti. Secondo la Fao aumentiamo di 80 milioni di persone l'anno ed abbiamo desertificato il 30% delle terre coltivabili solo per darci da vivere). Poi bisognerebbe adottare una filosofia di vita improntata all'equilibrio e di tipo biocentrico. La mia opinione è che "capire i meccanismi della natura non ci autorizza a modificarli".

Ho notato questa tendenza che tu hanno molti a considerare la “scienza” come una cosa limitata a pochissime applicazioni e metodologie una cosa più diffusa di quanto non si pensi e forse una totale incomprensione di che cosa intendiamo per applicazione del metodo scientifico per “la risoluzione” dei problemi comuni a tutti e poi chi lo vorrà anche per favorire l'ulteriore sviluppo della cultura e della società umana nel futuro.

Posterò la definizione presa da Wikipedia di che cosa sia definito come metodo scientifico:
“Il metodo scientifico è la modalità tipica con cui la scienza procede per raggiungere una conoscenza della realtà oggettiva, affidabile, verificabile[2] e condivisibile. Esso consiste, da una parte, nella raccolta di evidenza empirica e misurabile attraverso l'osservazione e l'esperimento; dall'altra, nella formulazione di ipotesi e teorie da sottoporre nuovamente al vaglio dell'esperimento.”

Sempre secondo Wikipedia la definizione di scienza è:
“Per scienza si intende un complesso organico di conoscenze ottenuto con un processo sistematico di acquisizione delle stesse allo scopo di giungere ad una descrizione precisa della realtà fattuale delle cose e delle leggi in base alle quali avvengono i fenomeni.”

La scienza non è solo una macchina che vi fa le analisi del sangue, la scienza è anche comprendere che certe cose come la devastazione dell'ecosistema nel quale viviamo, alla lunga produce danni a noi stessi.
È comprendere che certe abitudini non sono sostenibili e sarebbe il caso di limitarle e “possibilmente” farle scomparire.

Il linguaggio che stiamo utilizzando è un'applicazione scientifica per la comunicazione, i vestiti che indossiamo sono un'applicazione scientifica, la società che abbiamo e le città sono creazioni tecnologiche, quelle in cui vivevano gli egiziani o i babilonesi erano comunque creazioni tecnologiche.
Dici cose giustissime come il fatto che dovremmo fermare la desertificazione ma per fare questo mentre continuiamo a produrre sufficiente cibo per tutti dovremo per forza utilizzare scienza e tecnologia. Ma una scienza applicata allo scopo di ristorare l'ambiente ed assicurare la sopravvivenza della biodiversità invece che applicata per scopi di profitto.

Ricordiamo che la scienza è una strumento di evoluzione e la tecnologia è una delle sue manifestazioni pratiche. Non è la scienza ad essere buona o cattiva, sostenibile o insostenibile, inquinante o detossificante ma è il suo utilizzo e lo scopo del suo utilizzo.

È un coltello cattivo o buono? Lo si può utilizzare per salvare la vita di una persona, per mangiare e lavorare o per uccidere. Lo stesso vale per la scienza!
La domanda è quale dovrebbe essere lo scopo della sua applicazione?
Il benessere comune o la produzione del profitto più alto possibile concentrato nelle mani di un numero sempre più ristretto di persone?

Ciao Sara, mi piacerebbe conoscere il tuo ragazzo, e mi piacerebbe conoscere meglio le sue opinioni o idee :)

Adam ha scritto:
Il mio ragazzo sembra venuto dal futuro, parla di cose che non esistono, di Voi dice solamente che non Avete la minima IDEA di cosa state facendo, e che le OPINIONI sono la negazione della Verità . E voi del movimento Zeitgeist parlate ,solo attraverso quelle....

Inutile dire che non sono d'accordo ma la cosa che mi colpisce è che sto pensando che questa è la su a opinione (scusa la battuta ma non potevo resistere ahahah).
Noi basiamo ciò che diciamo su osservazioni ed idee, queste rimarranno solo idee finché non potranno essere testate sul campo ed acquisire validità scientifica, la cosa mi sembra ovvia, ma tutto parte sempre e comunque da idee e poi dopo la reale applicazione si giunge alle conclusioni.
Si selezionano le cose che hanno funzionano e si riparte con il lavoro su ciò che non ha funzionato utilizzando strategia e logica ma niente dogmi o ideologie e si evolve gradualmente.
Ci prefiggiamo uno scopo come società e poi ci applichiamo nel modo più efficiente possibile per raggiungerlo.

Adam ha scritto:

Ora a me piace dare opinioni, cosi o pensato, scrivo, non resisto ho bisogno di comunicare con Voi e di ricevere risposte..... perché sono veramente tanto spaventata.

Vedi il movimento zeitgeist fa un quadro della situazione del ' oggi reale.
oK. la democrazia e un illusione.
ok. l' uomo brutale e avido ha vinto e ha basato la società su queste linee guida, e sul sistema monetario .
ok. FMI (banca mondiale) schiavizza i paesi sottosviluppati facendoli indebitare.
ok. Il sistema monetario crea debito inflazione e povertà .
ok. I presidenti corrotti fanno fuori gli onesti tutto per i profitti sul petrolio.
ok. Un mondo di disonesti e corrotti.
ok. Tutti quelli che sfidano economia Usa sono terroristi, i quali impauriscono le persone le stesse che appoggiano la guerra.
ok. le religioni esistono come barriera alla crescita sociale. Non c'è alcun Dio e la scienza e in mano hai politici .
Ok! ok e poi ancora OK . BRAVIIII !!!!!!!!!!!!!!

fa tutto schifo, la gente muore ha fame, le famiglie si distruggono non hanno le case , la piccola impresa e abbandonata a se stessa
,le banche prestano i soldi a chi non ha garanzie, anche a gli immigrati.. i fallimenti fanno parte del sistema, i giovani stanno allo sbando, ci avvelenano con il cibo, il mondo e vivo e si sta ammalando stiamo in un punto di forse non ritorno,

Mi è piaciuta molto la tua sintesi anche se devo dire che mi dispiace di sentire il trasparire della tua sofferenza mentre le elenchi. Ottimo sarcasmo.

Adam ha scritto:
E VOI.....?????

la società tiene le regole del comportamento umano.
Ma non per questo io mi faccio prendere da CRISI DI COSCIENZA,

le classi il dogma le religioni inquinano il mondo
ma la moneta, quella l' abbiamo creata noi umani perché ci serviva,
Il processo inizia con la sostituzione del metallo originale con una moneta che lo rappresenti. In questo modo l'oro poteva essere mantenuto al sicuro nei forzieri . L'evoluzione continuò dapprima con la rappresentazione cartacea dello stesso standard metallico, ed infine rimuovendo completamente la copertura in metallo ed affidando alla sola carta il valore della valuta.
Vedete Voi siete arrivati a questo punto studiando la storia essa ci insegna che le ideologie utopiche sono delle potenti armi di distruzione di massa. Le più potenti mai inventate. Promettono la libertà e portano la schiavitù, promettono l’uguaglianza e portano il dispotismo, promettono la fraternità e portano i campi di stermino. Promettono il paradiso in terra e invece portano l’inferno.
Voi dite che : Usciamo dall’inferno del capitalismo finanziario!…
Diciamo di sì al PROGETTO VENERE!!!!!!!… Il Progetto Venere prevede una economia fondata sulle risorse e sul progresso tecnologico… La tecnologia porterà prosperità per tutti… L’America sta diventando una nazione fascista… I capitalisti obbligano le persone a svolgere lavori alienanti… Ma l’automazione meccanica potrebbe liberare definitivamente gli uomini dai lavori alienanti… Il lavoro è nemico dello sviluppo tecnologico… L’economia monetaria promuove i lavori alienanti e frena lo sviluppo tecnologico… Se ci liberassimo dell’economia monetaria, non ci sarebbero più né scarsità di risorse né crimini… Infatti il 90 per cento dei crimini sono legati al denaro… Negli Usa, la nazione più capitalista e più privatista del mondo, ci sono le prigioni più grandi del mondo… Il crimine nasce dalla povertà e dall’ignoranza… Se ci liberassimo dai lavori alienanti, ci sarebbe più tempo per l’educazione… Basta col lavoro! Basta con la patria! Basta con lo Stato! Basta con le classi sociali! Unifichiamo tutto il mondo… Viva il progresso… Ma le istituzioni frenano il progresso, la gente ha paura dei cambiamenti… Acquista consapevolezza! La tendenza a credere ciecamente in un sistema è materialismo… IL SISTEMA MONETARIO PERPETUA IL MATERIALISMO… Siamo tutti schiavi…. È tempo di cambiare… All’inizio, l’umanità viveva di caccia e di raccolta, poi c’è stata la rivoluzione agricola, poi c’è stata la rivoluzione industriale… È tempo di fare una nuova rivoluzione, di instaurare un nuovo sistema sociale… LE RELIGIONI ESISTONO COME BARRIERE ALLA CRESCITA PERSONALE E SOCIALE… Cristo non è mai esistito, tutto quello che c’è sulla Bibbia è falso… Tutte le religioni hanno un nucleo comune di valori… Teniamoci questo nucleo di valori e buttiamo via le religioni… Infatti le religioni creano solo divisioni e ci fanno rifiutare una VITA RELAZIONATA SIMBIOTICAMENTE CON GLI ALTRI… Tutta la natura è un sistema unificato di variabili interdipendenti… l’aria… l’acqua… il fuoco… la terra… Il mondo non è solo una comunità di esseri umani… È una comunità di esseri umani, animali e piante… Dobbiamo relazionarci con gli animali e con le piante… Dobbiamo scoprire la GIOIA SPIRITUALE DELLA SIMBIOSI CON LA NATURA… Instauriamo una società globale sostenibile… Siamo figli delle stelle, non di Dio… Le religioni non rispondono ai bisogni fisici primari… Per rispondere ai bisogni fisici, occorre una gestione intelligente delle risorse… Sbarazziamoci del corrotto sistema monetario… Basta col culto del profitto… I politici sono inutili… I nostri problemi vitali sono problemi tecnici, non politici… Basta con le ideologie e le religioni che dividono la gente… Facciamo in modo che le religioni diventino delle innocue filosofie spirituali…

Fantastico mix di idee e cose che in effetti molti di noi hanno detto e buone osservazioni non mi focalizzerò su ciò che non condivido ma su ciò che invece condivido e ce n'è molto :)

Adam ha scritto:

Bastaaaaaaaaaa !!!!!!!!!! mi fermo, Ho sempre più paura scusate ma e la Corporatocrazia oggi non tiene in mano il mondo ?, le corporazioni e le multinazionali non vogliono arrivare alla globalizzazione del economia per espandere il loro potere e governare il pianeta intero ????????????? si

E Voi Venus project non volete la stessa cosa ? Si

Osservazione comunemente fatta. Ma guardando bene la cosa, diciamo da un punto di vista molto più obiettivo e meno di parte o prevenuto, potremmo scoprire che ciò che dici è forse non vero o comunque prevenuto o da' per così dire per scontate delle cose.

1) Le Corporation sono abitate da allieni rettiliani sprovvisti di ogni sentimento umano che non vendono sul mercato, i loro prodotti sono imposti sulla massa che è obbligata a comprarglieli facendoli crescere e prosperare?

Secondo me no. È una questione di cultura pura e semplice. Io lavoro in una Corporation norvegese che si sta espandendo verso il mondo che sta ovviamente abbandonando ogni remora nel rispettare i diritti degli altri e quando va all'estero fa tutto ciò che ognuno fa in quel paese perché in quel paese quella pratica è accettata o permessa.
Singolarmente conosco le persone dal top management al singolo impiegato per lo meno della mia e posso garantire che sono persone normalissime o persino migliori della media delle persone che conosco
Questa è una loro scelta?
Diciamo di si, ma in verità è l'unico modo di sopravvivere in un mercato dove la “gente” che diventa sempre più povera è costantemente abbassare il costo dei prodotti, e per fare questo si deve automatizzare e licenziare producendo più poveri che poi cercheranno di risparmiare più soldi comprando prodotti più economici che costringeranno le Corporation a ridurre di nuovo i propri prezzi di produzione in un circolo devastante per la società tanto quanto per il pianeta. Tutto questo è stato attivato dall'evoluzione tecnologica applicata ad uno scopo obsoleto.
Una cosa che mi lascia un po' perplesso è l'ignoranza che la gente esprime quando dice che la Corporation ed i governi vogliono la globalizzazione!

Nessun governo vuole la propria estinzione esattamente come nessuna Corporation vuole una vera globalizzazione, loro vogliono solo poter sfruttare una differenza di cultura e di risorse che esiste tra due regioni della Terra. Una vera globalizzazione porterebbe al totale collasso dell'economia e all'evoluzione della specie umana e quindi secondo il mio parere andrebbe supportata!

Cosa intendo per globalizzazione reale?
Dare ad un cinese ed un indiano i diritti e gli stipendi che abbiamo noi e condividere con loro le nostre conoscenze a tutti i livelli... lo sfruttamento finirebbe domani ed il capitalismo e tutti i soldi che si fanno speculando in borsa sulle oscillazioni delle diverse monete che esistono nel mondo sarebbe finita!
Ma il sistema collasserebbe con la stessa velocità e per questo sarà l'ultima cosa che ci possiamo aspettare dallo stesso. Non sarei minimamente sorpreso se queste teorie del NWO e la globalizzazione fossero supportate esattamente da coloro che si definirebbero danneggiati dagli stessi.
Pensateci la prima conseguenza di questo cambiamento sarebbe la fine di ogni guerra visto che ora siamo un governo mondiale con chi faremo la guerra?
Le Corporation militari sono le più potenti e ricche nel mondo i loro capitali eccedono la somma del valore di tutte le nazioni del mondo più il valore di ogni altra Corporation e piccole aziende che esistono al mondo... ora sapete perché in un sistema capitalistico basato sulla competizione dove chi produce le armi si quota in borsa non può esistere la pace!

Adam ha scritto:
Quindi per favore quello che vi chiedo io e il perché ??? in una situazione di pericolo e orrore. Voi mi Parlate di futurismo di design abolizione del lavoro, e delle macchine robotiche che sostituiscono le fatiche del uomo , di abolizione di leggi e moneta siete, impazziti.

La Moneta è il valore che rimane al genere UMANO.
essa deve essere rivalutata, si devono far crollare le multinazionali, le banche; è nel genere Umano che dobbiamo continuare a credere, istruendolo nel rispetto dell unica casa che ha ...la Terra.

Questa e la mia opinione, Saluti Sara

Mmm qui non sono sicuro di comprendere i tuoi dubbi ma forse la tua osservazione di ciò che pensiamo è un po' incompleta.

Prima cosa vorrei chiarire che c'è una bella differenza tra l'accusare le banche, le Corporation ed il denaro di essere il male del mondo... cosa che so molti fanno anche qui ma che non è ciò che fa il movimento. Essi sono solo manifestazioni di un tipo di approccio nella gestione della società che ha prodotto molte cose positive e migliorato per un po' le condizioni di vita delle persone e la società che è cresciuta ed avanzata fino alla stato in cui si trova al giorno d'oggi.
Abbiamo goduto di molti benefici prodotti dal sistema, ma ora questo sistema grazie all'evoluzione della tecnologia è diventato obsoleto e va aggiornato o semplicemente rimosso e sostituito da qualcosa che sia stato progettato per massimizzare il benessere della società e del pianeta stesso in questo punto evolutivo della razza umana.

Ultimamente parlando e discutendo con molti economisti ho compreso che andare contro le banche o le Corporation è non solo ingiusto ma irrilevante perché produce solo la distruzione di un meccanismo che è supportato dalla popolazione senza sostituirlo con uno migliore.
Il vuoto sarà riempito con un'istituzione di equivalente valore e funzione e tutto ripartirà perché le banche siamo noi e le Corporation siamo noi e se non si parte dal comprendere perché il sistema si sta aberrando non si può fare niente per migliorarlo, solo parlare di falsi moralismi e fare un rivoluzione francese massacrando a caso chiunque si trova nel mezzo.

Quello che vogliamo fare al momento è cultura e parlare del futuro che vorremmo realizzare e cercare consenso da una parte per stabilire se in effetti la gente vuole ciò che proponiamo e fare cultura dall'altra parte che è la cosa forse più rilevante.
La cultura e ciò che impariamo vivendo è la vera ragione per cui la società è ciò che è e sta devastando il pianeta, ed è per questo che l'unica cosa rilevante da fare è fare cultura e sviluppare nella gente spirito critico.

Condividerò con voi in maniera molto sintetica il modo in cui io interpreto l'evoluzione umana e ciò che sta succedendo al momento nel nostro paradigma sociale e come niente è giusto o sbagliato in assoluto ma tutto dipende dal paradigma in cui ci troviamo.

È molto importante che comprendiate che io non odio nessuno e non vedo la nostra società separata in buoni e cattivi, ricchi e poveri, corrotti ed onesti, ma come una società complessa dove ognuno fa ciò che può per massimizzare il proprio benessere ed adotta le strategie che ritiene opportune indipendentemente che esse poi in effetti beneficino o no il soggetto (tipico della persona di bassa cultura odierna che in effetti sostiene un sistema che non la beneficia) o l'intera comunità.

L'uomo è una specie animale in evoluzione più rapida delle altre perché essa è dotata di una capacità intellettiva in grado di evolvere principi razionali che gli permettono evoluzione tecnologica a velocità esponenziali immensamente superiori a tutte le altre specie animali (che anch'esse evolvono tecnologia ma necessitano di migliaia di anni per fare piccoli passi in avanti: vedi scimmie che utilizzando arnesi primitivi ecc.). È grazie a questo vantaggio che dominiamo le altre specie, ma questo è avvenuto anche all'interno della razza umana: popolazione contro popolazione da sempre durante l'evoluzione.

Possiamo individuare 3 grandi paradigmi sociali nell'evoluzione della società umana.
Osservando l'evoluzione possiamo osservare che una strategia per permette di aumentare le probabilità di sopravvivenza è sempre premiata e viene di solito naturalmente evoluta nel sistema. Per massimizzazione della sopravvivenza di una razza includerei due parametri:
a) lo sviluppo della scienza e tecnologia in grado di salvarci da morte per malattie o massimizzare la sopravvivenza dei membri di una razza;
b) la crescita delle risorse a disposizione di una popolazione che innesca crescita demografica e quindi ulteriore evoluzione, situazioni dove una razza assorbe un'altra solo perché numericamente molto superiore ecc. ecc.

Quello che dirò pur essendo in grandi pezzi la semplice ripetizione di cose ho che letto ed altri hanno compreso prima di me, sarà riferito nella mia personale interpretazione e come tale quindi può essere criticata e migliorata anche grazie al vostro contributo.

1) Paradigma di una società basata su scienza e tecnologia estremamente limitata:

Stiamo parlando dei primi homo-sapiens che sembra agli inizi avessero un'alimentazione basata più o meno su frutta, verdura e qualche insetto raccolto qua e la come fanno ancora le scimmie. Crescendo in popolazione il genere umano ho dovuto iniziare a cercare altre fondi di cibo per cui ha iniziato a sviluppare i primi arnesi per cacciare altri animali e quindi provvedere ulteriore cibo alla propria crescente popolazione che in questo modo ha iniziato ad espandersi ed assorbire altre popolazioni umane meno evolute che basandosi ancora solamente sul consumo di frutta erano chiaramente più limitate nella crescita (chi cresce più velocemente di solito domina!).
Le civiltà primordiali dove tutti cooperavano per il bene comune, dominata da empatia, nella quale gli elementi che ne fanno parte sono selezionati in base alle proprie doti di cooperazione con i propri simili e di massimizzazione delle speranze di sopravvivenza del numero più elevato possibile dei membri di quella società, hanno la crescita più rapida e quindi domineranno le altre popolazioni.

Questo tipo di paradigma ha una configurazione ottimale in una struttura dove tutti vivono in modo egalitario e condividono tutto con tutti per massimizzare la chance di sopravvivenza dell'intera comunità e massimizzare la propria espansione demografica.

2) Paradigma della società in cui la scienza e tecnologia stanno crescendo ma non hanno ancora raggiunto un punto critico (che poi delineerò nel prossimo paradigma).

Mano a mano che la società che abbiamo menzionato nel paradigma precedente continua la sua evoluzione scientifica e quindi tecnologica, iniziamo ad osservare la creazione di tecnologie che permettono di aumentare la produttività al punto tale per cui diciamo che ogni 50 persone, una potrebbe lavorare meno o per niente senza ciò riducesse minimamente la chance di produzione di ciò che la società necessita per sopravvivere e continuare la propria espansione nella sua competizione verso le altre popolazioni che stanno facendo lo stesso.
In un sistema egalitario primitivo come potete immaginare, tutti condividono tutti i lavori ed utilizzando la stragrande maggioranza del tempo a lavorare e ripetere le stesse cose, l'evoluzione scientifica e tecnologica è immensamente lenta.

Nel momento in cui una delle società ha compreso che eleggere una delle persone più sagge della popolazione a leader del villaggio era positivo e gli ha conferito delle mansioni specifiche come organizzare in modo più efficiente il lavoro degli altri e raccogliere e sviluppare ulteriormente la conoscenza fin qui acquisita dal resto del villaggio, magari sviluppare ed aggiornare il linguaggio per renderlo più efficace (es. raccontare storie ed insegnare a parlare ai bambini mentre i grandi sono a caccia)... è stato creato un nuovo vantaggio che permise di aumentare leggermente la velocità di evoluzione di queste popolazioni che probabilmente nel corso dei millenni hanno assorbito le altre ancora basate su un paradigma superato.

Mano a mano la produttività è aumentata, poi con l'arrivo dell'invenzione dell'agricoltura ecc., il numero di persone che potevano essere liberate dal lavoro più ripetitivo continuò a crescere. Qui la creazione di una società sempre più avanzata in cui non solo si eleggeva un leader che era di solito la persona più anziana e saggia del gruppo, ma anche un circolo ristretto di persone che avrebbero ricevuto una migliore educazione e conoscenza superiore agli altri e che avrebbero dedicato il proprio tempo alla costante evoluzione della scienza e tecnologia che questa popolazione possedeva. Arriviamo quindi alla creazione di nobiltà e della classe dei filosofi, dottori, ingegneri... per poi arrivare fino alla creazione del soldato e la guerra come mezzo di assorbimento delle risorse che erano a disposizione in altre comunità.
Importante chiarire che perché questo sistema fosse efficiente il valore della vita di un nobile doveva per forza essere maggiore di quello di un comune membro della società poiché chi era responsabile dell'evoluzione culturale e scientifica di una nazione diventava automaticamente molto più rilevante di uno dei tanti contadini che coltivava semplicemente la terra.

Con l'avanzamento ulteriore si arriva al concetto di schiavo e queste società che possono beneficiare di un avanzamento tecnologico e sociale più rapido iniziano a conquistare i continenti grazie alla forza militare e le risorse che riescono ad assorbire mano a mano che si espandono.
Il sistema che era quindi più efficiente alla crescita di questo tipo di società era un sistema basato sulla competizione per le risorse piuttosto che sull'egalitarismo.

Evolvendo anche culturalmente abbiamo iniziato a scoprire le basi logiche e scientifiche della collaborazione e siamo evoluti sotto molti punti di vista: abolizione della schiavitù, diritto ad una vita dignitosa stabilito dalla costituzione di molti paesi occidentali.
Durante l'evoluzione umana come sappiamo tutti è emerso un importante mezzo tecnologico di scambio: il denaro.

Questo mezzo ha permesso di evolverci verso il sistema che ora chiamiamo capitalistico che ha sicuramente avuto un ruolo importante nella crescita della società e nel dominio di quelle società che lo avevano adottato su quelle che invece non lo avevano fatto... che fossero gli indigeni o gli africani... Il fatto che li abbiamo conquistati è dovuto al fatto che abbiamo sviluppato un sistema che spingeva verso la crescita in modo più efficiente.
È solo pura logica.

Il denaro come tecnologia è evoluto, una recente evoluzione è stata la sua virtualizzazione in nota di banco (banconota) e poi moneta elettronica. Il suo modo di controllo sul mercato da mezzo di scambio limitato dalla disponibilità in termini di bene fisico come l'oro o altri metalli preziosi a moneta conservata in banche che utilizzano la “riserva frazionaria” per moltiplicarlo e crearne un'abbondanza mai vista prima di prestiti a basso costo.
Anche io in passato sono stato un attivista contro le banche e la riserva frazionaria, ma ora più che mai mi rendo conto che non avevo compreso quali erano i veri problemi che stiamo affrontando come società.
La riserva frazionaria è stata inventata dai paesi più avanzati per creare una nuova abbondanza di denaro ed investimenti finanziari che potessero permettere di continuare la crescita esponenziale dell'economia e della tecnologia che li beneficiava e che li ha beneficiati finché il livello di produttività e la popolazione umana non ha iniziato a superare certi limiti.
Non è mica un caso che gli USA abbiano vinto la Guerra Fredda!

Il sistema come è concepito al momento basato sulla competizione per le risorse, sul dovere del lavoro ed il debito pubblico che viene creato e costantemente ingrandito con il gioco matematico del signoraggio bancario.
Questo ha permesso una pressione sociale che ha attivato un'accelerazione dello sviluppo tecnologico e sociale mai vista prima continuando appunto a percorrere quella curva esponenziale attraverso la quale praticamente l'intero Universo continua ad evolvere.
Questo sistema si può paragonare ad una macchina che ha un motore ed il pedale dell'acceleratore sempre schiacciato e non è provvisto di freni.
Il sistema economico come è strutturato al momento può solo essere sostenuto in una crescita esponenziale del consumo delle risorse e produzione.

È il sistema ottimale per crescita di una società che non ha ancora raggiunto il livello tecnologico per produrre tutto ciò che la popolazione necessita in termini di bisogni primari ed educazione.
Inoltre è ottimale per l'espansione della popolazione in un mondo che è ancora troppo grande perché l'uomo possa avere alcuna influenza reale sugli ecosistemi.

Era quindi naturale e prevedibile che avremmo intrapreso questa strada con la conoscenza che avevamo al tempo e che chi si è rifiutato di farlo sia stato spazzato via da chi è cresciuto più velocemente.
Ma dal periodo che potremmo identificare come tra gli anni 1920 fino alla 1950 (al dopo guerra della seconda guerra mondiale) possiamo osservare che questo paradigma ha esaurito la sua utilità per l'umanità.

Perché?

Perché se presupponiamo che lo scopo della società è di aumentare la produttività e tecnologia per essere in grado di produrre a sufficienza per tutti in un periodo storico dove questo obiettivo non è ancora stato raggiunto il sistema monetario con riserva frazionaria è il sistema che ci “spingerà” a raggiungere l'obiettivo più rapidamente quindi il più adatto.
Ma nel momento in cui abbiamo prodotto un numero sufficiente di beni e servizi e la macchina del capitalismo ha continuato la sua galoppata verso l'accelerazione della crescita dello sfruttamento delle risorse e della produzione di beni e servizi di cui la gente non aveva un reale bisogno ha iniziato a manifestare i suoi effetti aberranti e devastanti.

Viviamo in un nuovo paradigma, un paradigma dove la crescita dei consumi non è più necessaria o dovrei dire “sostenibile”.
Dove produciamo più di quanto possiamo consumare ma per sopravvivere tramite strategie di marketing ed ogni possibile strategia, lecita o illecita dobbiamo inventarci nuovi bisogni da soddisfare per continuare a sostenere un'economia progettata per “SPINGERE” verso la crescita dei consumi e produttività quando non ce n'è più bisogno!
E spinge la gente ad inventarsi un lavoro anche quando nessuno ne sente la mancanza al puro scopo di preservarsi!

Ogni individuo che è obbligato a vivere in un sistema obsoleto non potrà fare altro che difendersi con ogni mezzo e la corruzione e tutto ciò che vediamo sarà l'ovvio prevedibile conseguenza della perpetuazione di un comportamento obsoleto applicato ad un paradigma che è cambiato.

Che cosa fare per cambiare le cose?
Semplice analizzare la situazione e creare un nuovo paradigma che permetta un'evoluzione ancora più rapida della precedente cosa che sembra naturale per la configurazione di questo Universo (per lo meno alla luce di ciò che conosciamo al momento). Ma questo nuovo campo d'evoluzione dovrà essere sostenibile e non più cercare di puntare su cose obsolete.

La funzione del denaro è la ripartizione in base al reddito di risorse limitate o in base a quanti soldi volete spendere per una specifica risorsa. Questo significa che per sua definizione il denaro non potrà mai esistere in una società basata sull'abbondanza e che il denaro può solo essere sostenuto quando scarsità di risorse reale (in passato) o simulata (presente) viene mantenuta o percepita (aberrazione culturale e disinformazione volontaria!).

In pratica abbiamo superato il punto a livello culturale, sociale e tecnologico in cui possiamo trarre alcun vantaggio dal denaro.

3) Nuovo paradigma sociale esempio VP:

nel paradigma precedente abbiamo visto che l'accelerazione è stata prodotta praticamente dall'invenzione della stratificazione sociale e la creazione dello schiavo.
Ora grazie alla tecnologia possiamo passare al nuovo livello dove tutti i lavori ripetitivi e non piacevoli possono essere delegati alle macchine che in teoria diventeranno i nuovi schiavi che faranno le cose materiali e per così dire poco rilevanti per l'ulteriore evoluzione ed elevare tutti gli uomini della terra al livello dello scienziato, del filoso e del nobile dedicando una quantità mai vista di cervelli all'ulteriore evoluzione della società umana.

Questa società dovrà orientarsi verso nuovi obiettivi:
consumare più cultura e meno risorse materiali, poiché riconosce che è nella nostra cultura che troviamo le soddisfazioni più grandi ed il significato della nostra vita;
preservare il pianeta nel modo migliore perché ne riconosce il valore e l'importanza per la propria sopravvivenza.
Creare una società dove tutti hanno interesse a lavorare per il bene comune, dove l'empatia è premiata e non castigata come avviene al giorno d'oggi. Perché? Abbiamo raggiunto una crescita culturale che ci permette di comprendere che facciamo parte di una società dalla salute della quale dipendiamo e che lavorare in modo attivo per migliorarla non è un atto di altruismo puro e semplice ma è nel nostro interesse personale!

Nel presente sistema sociale si beneficia da comportamenti egoistici e senza scrupoli poiché abbiamo basato la nostra economia sulla competizione per le risorse, cambiando il focus dell'economia improvvisamente la gente inizierà a ri-orientare la propria visione verso qualcosa di nuovo.
Praticamente in questo paradigma abbiamo già soddisfatto l'esigenza della produttività in termini di quantità di beni, ora dobbiamo migrare verso un'economia progettata per preservare e massimizzare l'efficienza dell'utilizzo delle risorse invece che l'espansione del loro utilizzo.
Una società forse anche più naturale e consona al genere umano che oltre 100.000 anni fa, aveva iniziato a svilupparsi come una società empatica basata sulla cooperazione.

In questo paradigma dovremo concentrarci sulla creazione di una vera società, perché al momento anche se siamo animali sociali... viviamo in un sistema che premia il comportamento asociale e del “morte tua vita mia”.

Abbiamo superato il livello tecnologico dove il denaro ci porta beneficio e dove lavorare deve essere imposto per permettere ad una persona di sopravvivere.
Voler ostinarsi a mantenerlo, perché ci siamo nati e ci spaventa il cambiamento porterà alla manifestazione di aberrazioni sempre più grandi e toccheranno picchi sconosciuti fin'ora all'umanità di idiozia!

Io personalmente sono molto positivo, vedo cambiamenti costanti nella coscienza e nella cultura della gente e sono fiducioso che stiamo crescendo verso la giusta direzione.
Poiché siamo nel punto di transizione tra due paradigmi ci metteremo del tempo ad aggiornarci e riconfigurare la società per adattarci al nuovo ma come è accaduto in passato penso sia logico pensare che questo succederà di nuovo.

Non ho detto che sarà facile e che non ci farà soffrire ma sono sicuro che ce la possiamo fare.
Lo strumento sarà sempre la cultura!

Fulvio B. (non verificato)
Ritratto di Fulvio B.
@Neuran

Citazione:
"capire i meccanismi della natura non ci autorizza a modificarli".

Su questa semplice frase si potrebbe aprire un dibattito enorme.
Mi piacerebbe discuterne in un TS.

Per il momento esprimo solo una mia opinione che non vuole essere assolutamente in contrasto con nessuno, ma che tenta solo di offrire uno spunto di riflessione.

Come ragiona la Natura?
Cos'è che ci da il diritto di fare o non fare una cosa?

Non la Natura, altrimenti non ci consentirebbe di effettuare delle "modifiche".

Allora diventa una questione di censura morale autoimposta dall'uomo?

Come detto è una riflessione, non una constatazione, ma ci sarebbe davvero da discuterne tanto, perché alla fine una cosa è certa:

Anche noi siamo nella natura, e non credo che abbiamo raggiunto quel livello di conoscenza e consapevolezza da poterla veramente prendere in giro.

La vedo un po' come la storia dell'adolescente che cerca di raccontare le frottole al genitori per avere la serata di uscita libera.

Fulvio B. (non verificato)
Ritratto di Fulvio B.
Quasi quasi non ci credo

Adam ha scritto:
La Moneta è il valore che rimane al genere UMANO.

emmhh ..ummh beh! ...che? o_O

Semmai è il genere UMANO ad aver dato un valore alla Moneta, ma sta qui il senso del risveglio che propugniamo, perché di fatto, la "Moneta" non è una risorsa, quindi, che valore avrebbe se non fosse perché glie l'abbiamo dato noi?

Vista la situzione che ci siamo ritrovati con questo sistema, l'unica domanda saggia da fare sarebbe:

Ha senso continuare a dargli questo valore per il nostro futuro?

Adam ha scritto:
è nel genere Umano che dobbiamo continuare a credere, istruendolo nel rispetto dell unica casa che ha ...la Terra.

Su questo invece concordo in pieno.

lilith x
Ritratto di lilith x
Offline
Unito: 3 Mar 2011
Messaggi: 86
@ Alessio Bucci

Non ti sottostimare.... non è il caso (lascia a chi ti legge, se non è d'accordo con te, questo compito); anche la modestia è pericolosa, va bene fino ad un certo punto, oltre, si può cadere nella falsa modestia! in più ti esprimi così bene e con tanta saggezza che non vedo dove sia il problema!!! Anche io ho apprezzato molto l'ultimo post di Daniele, è riuscito a fare un compendio della storia, da un punto di vista così positivo e lucido, che mi ha molto intrigato. Vai come un treno.....e fermati solo quando è necessario!!!

Lilith x

Adam
Ritratto di Adam
Offline
Unito: 15 Apr 2011
Messaggi: 2
ringraziamento ai membri del movimento zeitgeist

Ciao,volevo ringraziare Lilith , Fulvio B., e Alessio Bucci e Daniele.
ho letto le Vs. risposte condivido tutto e accetto i Vs. consigli..
... mi ritiro a leggere i post con grande entusiasmo!!!
E imparerò da subito, ad usare meglio il sito (guarda da dove vi sto rispondendo). :)
Il fatto è che sono molto impulsiva, e il sistema attuale mi ha buggerato tante di quelle volte, ma rimango una persona positiva, di mente aperta e non mi offendo. Accetto le critiche e cerco di migliorare di continuo la mia persona.

... ora non mi rimane che mettermi sotto nella lettura per arrivare a comprendere meglio, affinché possa darvi anche io il mio sostegno, improntato però questa volta in maniera costruttiva al movimento.

Grazie ancora per il Vs. tempo... Siete grandi.

Gabriele Alloro
Ritratto di Gabriele Alloro
Offline
Unito: 24 Set 2010
Messaggi: 252
@Daniele @Adam

Post del 17 aprile 2011 - 6:24pm di Daniele

Straquoto! Post da incorniciare.

Adam (Sara) ha scritto:
Ciao,volevo ringraziare Lilith , Fulvio B., e Alessio Bucci e Daniele.
ho letto le Vs. risposte condivido tutto e accetto i Vs. consigli..
... mi ritiro a leggere i post con grande entusiasmo!!!
E imparerò da subito, ad usare meglio il sito (guarda da dove vi sto rispondendo). :)
Il fatto è che sono molto impulsiva, e il sistema attuale mi ha buggerato tante di quelle volte, ma rimango una persona positiva, di mente aperta e non mi offendo. Accetto le critiche e cerco di migliorare di continuo la mia persona.

... ora non mi rimane che mettermi sotto nella lettura per arrivare a comprendere meglio, affinché possa darvi anche io il mio sostegno, improntato però questa volta in maniera costruttiva al movimento.

Grazie ancora per il Vs. tempo... Siete grandi.

Bene ;)

La stupidità dell'uomo finirà insieme alla stesso sistema economico e sociale attuale dal quale è alimentata.

Zaret
Ritratto di Zaret
Offline
Unito: 26 Mar 2011
Messaggi: 11
Ciò è abbastanza falso,i

Ciò è abbastanza falso,i soldi tanto per cominciare non sono ne il problema ne un problema,problema saranno semmai la cattiva amministrazione,ipnosi mediatica pro-consumismo,la cupidigia,l'avarizia,l'egoismo,la cattiveria,la disonestà,regolamentazioni eccessive, la corruzione, il debito pubblico, le tasse inique , e via via dicendo...queste cose non vengono dai soldi,casomai gravano sull'economia,ma dire che senza soldi non ci sarebbero è quantomeno solo una teoria molto discutibile,ma molto..
Se tutto funzionasse bene in maniera democratica il sistema attuale sarebbe più che perfetto..non ci sarebbe inflazione,ne miseria ne delinquenza.
Vedere nel denaro l'origine dei mali,il paziente 0, è fuorviante.
In Addendum e in altri video e dichiarazioni di Frescosi fa questa osservazione sul sistema monetario,che è falsa come quelle sulle religioni e anche sulle necessità tecnologiche.Di fatto ogni notizia di Zeitgeist è falsa in toto o in buona parte..
(vedasi http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/03/quanto-ammon... )
Infatti si fa un'utopica astrazione anche più fantasiosa delle idee marxiste e si propone un mondo senza denaro,si dice che si potrebbe avere un mondo senza scarsità, essendo sufficiente allo scopo eliminare i profitti. Non si dice però nei fatti come questo possa accadere.Intanto nessuno crea debito o credito, semplicemente è possibile ottenere moneta presente cedendo gli interessi su attività finanziarie cedute temporaneamente alla Fed attraverso un processo chiamato “monetizzazione”. Siccome chi ottiene moneta ottiene un servizio, è ovvio che l’interesse maturato dalla banca centrale è il prezzo che chi riceve le banconote paga per questo servizio.
Lo sviluppo è drogato dal debito e cioè dalle politiche monetarie e fiscali delle banche centrali e dei governi,non dai soldi dalle politiche economiche e finanziarie.
Si pensi al mondo utopico del VP,vuoi un gelato?una pizza?ci sarà la macchinetta che ne distrubuirà di "artificiali" in base a quanto deciso.
Perchè dove non c'è proprietà,non c'è moneta,non c'è più il libero mercato e si perde una buona fetta dell'esercizio pubblico delle attività.
Chi lo fa fare al pizzaiolo di mettersi a fare pizze,al pasticcere paste ,al gelataio gelati ,al sarto vestiti,tutti vengono fatti a disposizione per quanto è possibbile secondo schemi previsti,non c'è più scelta,se si in cerchie piccole elitarie.
Nello ZM si parla tanto dei reati attuali che verrebbero grandemente abbattuti... Ma i reati maggiori sono quelli legalizzati, i sopprusi maggiori spesso non involvono il danaro ma l'esercizio del potere da parte di chi ce l'ha per influenzare gli altri... la manipolazione e la falsificazione delle informazioni (economiche, politiche, scientifiche, militari..). Nel Progetto Venere ciò non viene affrontato, si pensa sempre ai ladri di polli, in pieno stile mass mediatico stile strisia la Notizia e le sue crociate a Vanna Marchi, santoni, crociate pro veline..., mentre il vero potere manipolante sarebbe concentrato nelle mani di sempre meno persone (con una determinata visione della società - le stesse che ci conducono ad accettare quello che vogliono creando i problemi e dando le soluzioni preconfezionate
Si legge:

il Movimento Zeitgeist è una organizzazione per la diffusione della sostenibilità che si ispira all'idea di società del Venus Project di Jacque Fresco

# Intelligenza artificiale: Le macchine sono necessarie per prendere decisioni oggettive, gli esseri umani sono infatti suscettibili di convinzioni personali, desideri e pregiudizi. Le macchine sono inoltre necessarie per archiviare informazioni poiché la capacità di memoria di un uomo è limitata.

# Metodo scientifico: La gestione globale del pianeta sarebbe quindi legata ad una metodologia, non gestita da individui. Si arriverebbe a decisioni attraverso il metodo scientifico, non tramite supposizioni.[10]
# Nessuna proprietà: La proprietà è inefficiente e insostenibile. Viene abolita in favore di un sistema di accesso universale alle risorse, che sarà reso possibile attraverso l'abbondanza di beni e servizi, eliminando perciò la necessità di possedere qualcosa

L'architettura organizzativa del Movimento Zeitgeist segue un "disegno dall'alto verso il basso e dal basso verso l'alto" con un approccio "dal basso verso l'alto" o approccio a gerarchia al rovescio.[11]. Questa gerarchia consisterebbe in gruppi che verrebbero poi suddivisi in sotto-gruppi. I sotto-gruppi si focalizzerebbero in aree specifiche e raggiungerebbero un consenso reciproco. Le decisioni collettive dei sotto-gruppi sarebbero quindi le decisioni dei gruppi. Il livello successivo sarebbe un "consiglio di supervisione" internazionale che, se necessario, agirebbe come organizzazione globale o consiglio internazionale, molto verosimilmente consistente in individui che hanno una qualche forma di coinvolgimento significativo nei "capitoli", tipo fondatori od organizzatori di capitoli dove la maggior parte, ma non tutte, delle azioni richiederebbero sincronizzazione globale per poter avere un impatto significativo

l Movimento Zeitgeist applica un processo democratico che contempla esclusivamente le informazioni tangibili che sono a disposizione. Il Movimento Zeitgeist applica un metodo di democrazia che utilizza un trasferimento delle informazioni basato sull'uguaglianza che è sottoposto ad un controllo incrociato da altri "pari", simile a quel che accade in Wikipedia. Si arriva a conclusioni utilizzando il Metodo scientifico. Il Movimento Zeitgeist riconosce che c'è ancora la necessità di programmi relativi allo sviluppo, per creare l'infrastruttura necessaria per questa gerarchia.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Il venus project esiste da prima del movimento e viene presentato nel film "pilota" del movimento addendum,ed è un progetto di origine Tecnocratica.Queste idee emergono anche in altri video che vengono visualizzati dagli attivisti.Il villaggio ed i villaggi a cui auspica il movimento sono proprio quelli,come quello di Venus,a cui ambiva Tecnocracy.
Altrettanto a diverso tempo fa risalgono il movimento comunista e L'Esteriorizzazione della Gerarchia(hai notato quanto anche solo la parola gerarchia compare?ma è ben altro quello che compare del libro,tutti i principi del movimento sono permeati dei concetti della Bailey);idem per il manifesto comunista,è descritta la stessa realizzazione di stato,cambia solo il momento storico per cui al posto della rivoluzione c'è la protesta di massa e al posto della borghesia vi sono obsolescenze di vario tipo che causano sofferenze al genere umano.
Fra i tanti dei villaggi ci saranno quelli a cui piacerebbe fare tecnici e ricercatori,questa però è una realtà odierna,di questa società,cambiandola e secondo cosa "verrà trasmesso" non si può fare nessuna previsione di questo tipo.Idem per l'ambiente, certo l'eliminazione dello stress porta via tutti i problemi dello stress,intanto però non è affatto detto che basti togliere lo stress del lavoro per eliminare lo stress,poi non si ha assolutamente idea di cosa porti alla mente il vivere in un tal villaggio e in una tal società.
Anche questo viene abilmente sorvolato,si da un 'innumerevole quantità di informazioni per scontato su cosa accadrebbe in questi villaggi,son solo teorie senza fondamenta..
Certamente l'ignoranza e la disoccupazione(povertà)sono due grandi creatori di manovalanza criminale,ma manovalanza,non capi criminali o violenti autonomi.
L'educazione più importante rimane comunque quella fra le mura domestiche e delle compagnie frequentate,dei medias e in nessun modo viene detto,ne potrebbe essere garantito, come questa possa portare a non generare delle persone criminose,e come queste poi non possano coinvolgere altri.
O si vuole realizzare un modello Spartano Platonico di educazione??
Le nozioni fornite dagli studi e presentate vanno anche bene,in un certo contesto,in certio limiti,e sono enormemente strumentalizzate da chi è dietro il movimento.
Si fa chiaramente leva su concetti giunti nelle menti delle persone per lo più da media e films,per avvicinarli al movimento stesso
Se in remota ipotesi ci fosse questa sovversione di sistema è abbastanza scritto chiaramente come vi sarebbe una oligarchia al comando e con un popolo schiavo della tecnologia,dove ci sarà bisogno di un qualcosa che ti pulisca anche il deretano dopo essere andati al gabinetto altrimentoi non si saprà più farlo...
Non c'è democrazia,io vedo in quello che viene prospettato una democrazia più effimera di quella attuale...è uno statalismo bello e buono,con venerazione dello stato stesso...insomma il solito comunismo in salsa new age..
Inoltre il movimento promosso ora con pillole amnche al programma raiset di Bonolis,da internet,comizi etc..assai difficilmente(eufemismo) trova e troverà spazio nei paesi come arabia saudita,africa,regioni slave etc..molti dei quali hanno anche regimi totalitari,se i paesi civilizzati percoressero la via del VP,e si lascessero ai villaggi ecosostenibili questi paesi li distruggerebbero senza rimorsi e si accaparrerebbero tecnologia risorse e ricchezze.
Poi vi sono altre cose,per esempio il "sorvolare" sulla free-energy,sugli eco-combustibili,il problema della religione,sull'educazione,sulla gestione dei villaggi etc etc...

Invito quindi ancora una volta a valutare dcavvero con metodo scientifico ,anche con un pelo di scetticismo cosa vi viene proposto e valutarlo,non fate vostre affermazioni che sono false,credendole vere solo perchè qualcuno che vi appare fico ve l'ha vendute per vere servendosi di bassi espedienti demagogici..

hereistay
Ritratto di hereistay
Offline
Unito: 31 Gen 2011
Messaggi: 7
Ot ma devo farlo

Sucate l'ot ma non so che fare.
Mi sono disiscritto dalla ricezione delle notifiche ma continunao ad arrivarmi, per favore qualcuno faccia in modo che continuino ad arrivarmi queste notifiche!!Grazie.

lilith x
Ritratto di lilith x
Offline
Unito: 3 Mar 2011
Messaggi: 86
@ Adam

Grazie anche a te, simpatica ed entusiasta Adam, per le tue gentili parole, e benvenuta.

Lilith x

Daniele
Ritratto di Daniele
Offline
Unito: 29 Lug 2009
Messaggi: 208
Per Zaret

Zaret ha scritto:
Ciò è abbastanza falso,i soldi tanto per cominciare non sono ne il problema ne un problema,problema saranno semmai la cattiva amministrazione,ipnosi mediatica pro-consumismo,la cupidigia,l'avarizia,l'egoismo,la cattiveria,la disonestà,regolamentazioni eccessive, la corruzione, il debito pubblico, le tasse inique , e via via dicendo...queste cose non vengono dai soldi,casomai gravano sull'economia,ma dire che senza soldi non ci sarebbero è quantomeno solo una teoria molto discutibile,ma molto..

Mi rendo conto che molti nel movimento identifichino il problema con i soldi e che questa è una superficiale esemplificazione del problema.
I soldi sono solo uno strumento tecnologico che come si diceva hanno permesso una più rapida evoluzione dell'uomo ed una forte esemplificazione degli scambi tra persone che nel caso di culture relativamente primitive porta vantaggi incalcolabili.
Il problema arriva quando un mezzo tecnologico esaurisce il suo beneficio e deve essere aggiornato o persino sostituito da tecnologie più avanzate.
La risposta alla tua domanda è quello che ho già menzionato nel post precedente, la cultura è il problema e le deformazioni che l'utilizzo di una tecnologia obsoleta produce sulle nostre mentalità e visioni del mondo.
La verità è molto semplice non la ripeterò ma tenterò si sintetizzarla con una specie di teorema.
Il capitalismo “come lo conosciamo noi” basato sulla competizione per le risorse e sull'uso di un mezzo di scambio intermedio necessita per funzionare correttamente ed esprimere tutto il suo potenziale positivo che venga soddisfatta tutta una serie di requisiti che è stata soddisfatta fino a circa il 1950-70.
1) la crescita esponenziale della popolazione che produce una costante espansione del mercato che per essere soddisfatto necessita una crescita costante della produttività. Il sistema capitalistico per sua natura è un sistema automassimizzante che non è stato concepito per rallentare o generare un'economia stabile dove non c'è crescita dei consumi, per sostenersi deve generare un aumento costante dei consumi e della popolazione.
Tra il 1965 ed il 1969 l'accelerazione della crescita della popolazione umana terrestre ha raggiunto il suo picco iniziando a rallentare e sta continuando a rallentare secondo le stime si stabilizzerà completamente tra gli 8 ed i 10 miliardi massimo, di fatto generando il crollo di uno dei presupposti cardine di un sistema basato sulla crescita constante del mercato.
2) Il secondo requisito che è venuto a mancare da circa il 1950 (il dopo guerra) è la necessità di costantemente incrementare la produttività per soddisfare i bisogni del mercato mentre le compagnie competono l'una contra l'altra!
Rallentare la crescita della produttività in un sistema competitivo significherebbe andare in bancarotta ma aumentare la produttività oltre il punto in cui superiamo la capacità dei mercati di consumare porta conseguenze negative come tutti i problemi che osserviamo ora.
Poiché per salvare l'economia dobbiamo rinforzare i ciclo dei consumi-produzione, dobbiamo praticamente inventarci tecniche di manipolazione della psiche della massa come il marketing o la generazione di valori superficiali per generare motivazioni “fasulle” come eccessiva vanità e valori, egoismo, materialismo ecc. per “salvare” l'economia dal collasso con danni all'ambiente e alla psiche delle persone terrificanti!
3) altro requisito forse il più importante che deve essere soddisfatto in un'economia di mercato è la necessità di lavorare!
Se le persone non lavorano non possono acquistare sul mercato i bene e servizi offerti continuando ad alimentare l'economia.
Questo non era un problema finché la tecnologia e la produttività non hanno uguagliato e poi superato i reali bisogni produttivi della società.
La tecnologia sta rendendo il lavoro umano obsoleto in molti campi, sempre più persone verranno sostituite dalle macchine e dalla tecnologia.
Una volta che le persone perdono il posto di lavoro perdono la capacità di acquisire risorse monetarie, per cui assistiamo ad una contrazione del mercato.
Il mercato in contrazione produce un aumento della competizione tra le Corporation che faranno di tutto per abbassare i costi di fatto sostituendo persone con altre macchine che però perdendo il lavoro non potranno consumare riducendo i profitti delle Corporation... un cane che si morde la coda che non può che collassare è solo una questione di tempo.
La disoccupazione tecnologica è un fenomeno emergente che non può che peggiorare con l'avanzamento della tecnologia e porterà inevitabilmente al collasso del sistema capitalistico!
Non esistono rimedi all'interno del sistema capitalistico che potranno assicurare un lavoro al 100% della popolazione mondiale e neanche al 10% di essa, in 20 anni quando il livello di intelligenza artificiale raggiunto dai computer sarà in grado di fare tutto quello che un uomo può fare ora compreso pensare in modo logico i giochi saranno finiti!
Già ora se rimuovessimo il denaro e tutti i lavori ad esso connessi avremmo liberato almeno il 60% della popolazione, se poi investissimo di più in automazione velocemente anche il restanto 40% sarebbe drammaticamente ridotto liberando le persone dalla schiavitù del lavoro e lasciandole libere di vivere la propria vita come meglio credono.
4) fattore connesso al precedente è che la moneta ha un valore in una situazione di scarsità: chi pagherebbe l'acqua in Norvegia che è super ricca d'acqua potabile?
Chi pagherebbe per l'aria che respira?
Se noi utilizzassimo le migliori tecnologie per la produzione di beni che durassero il massimo possibile (tipo 200 anni per macchina!) e producessimo nel modo più efficiente ed automatico cibo in tale abbondanza che chiunque ne potesse avere più che a sufficienza... avrebbe senso venderlo?
E se le auto ed i mezzi di trasporto fossero condivisi e dati in accesso gratuito a tutte le famiglie diciamo di una città quante ne servirebbero? 2 per famiglia che sono parcheggiate per 20 ore al giorno o 5 per dieci famiglie che circolano costantemente senza mai fermarsi passando dall'una all'altra persona come si fa per i taxi o le biciclette nelle città?
Abbiamo già la tecnologia per avere macchine che si guidano da sole e ci vengono a prendere dove diamo e ci porterenno dove vogliamo (cercate Google Cars).
Mano a mano che evolveremo il mercato pur di sopravvivere esprimerà ogni possibile aberrazione oppure crollerà.. le aberrazioni le osserviamo già ma il crollo sarà inevitabile...

Zaret ha scritto:
Se tutto funzionasse bene in maniera democratica il sistema attuale sarebbe più che perfetto..non ci sarebbe inflazione,ne miseria ne delinquenza.
Vedere nel denaro l'origine dei mali,il paziente 0, è fuorviante.

Nonostante di primo acchito quello che dici sembra ragionevole, in verità è utopico.
Come ho già detto in una società avanzata dove lo stretto necessario può essere prodotto in abbondanza e la delinquenza scompare e la corruzione scomparisse non esisterebbero più le basi per avere una moneta.
Finché c'è competizione c'è un “premio” per essere corrotti e corruzione sarà espressa.
È la naturale reazione di un essere umano che cerca di ottenere il massimo dalla vita ed il sistema premiando chi non ha meno freni inibitori selezionerà persone poco empatiche e le metterà in cima alla piramide economica, è pura utopia creare i presupposti per la corruzione e poi pensare che la polizia o la moralità della gente la preverrà!

Zaret ha scritto:
In Addendum e in altri video e dichiarazioni di Frescosi fa questa osservazione sul sistema monetario,che è falsa come quelle sulle religioni e anche sulle necessità tecnologiche.Di fatto ogni notizia di Zeitgeist è falsa in toto o in buona parte..
(vedasi http://signoraggioinformazionecorretta.blogspot.com/2010/03/quanto-ammon... )
Infatti si fa un'utopica astrazione anche più fantasiosa delle idee marxiste e si propone un mondo senza denaro,si dice che si potrebbe avere un mondo senza scarsità, essendo sufficiente allo scopo eliminare i profitti.

Un mondo senza scarsità non può coesistere con un mondo che usa denaro creato per distribuire le risorse che sono scarse. È quindi utopico pensare che un sistema capitalistico risolverà il problema della fame nel mondo o ogni altro problema finché non ci farà soldi sopra...

Zaret ha scritto:
Non si dice però nei fatti come questo possa accadere.

Addendum è solo una introduzione al VP, leggiti la Guida d'orientamento che stiamo ristrutturando ed aggiornando, poi Where are we Going (di Peter J.), Future by Design di Jacque F. o semplicemente leggi le notizie che arrivano ogni giorno sui siti scientifici che ci informano di che cosa scopriamo ogni giorno su energia, cibo e nanotecnologie.

Zaret ha scritto:
Si pensi al mondo utopico del VP,vuoi un gelato?una pizza?ci sarà la macchinetta che ne distrubuirà di "artificiali" in base a quanto deciso.
Perchè dove non c'è proprietà,non c'è moneta,non c'è più il libero mercato e si perde una buona fetta dell'esercizio pubblico delle attività.

Prima cosa vorrei rompere un luogo comune: se fossimo in un libero mercato il sistema collasserebbe domani e creerebbe la più atroce e mostruosa della società immaginabile, l'hanno provato più volte ed il sistema è collassato istantaneamente.
Nel “vero” libero mercato, voi potete comprare persone, potete comprare politici, servizi, non esiste investimento pubblico quindi neanche la polizia è pubblica.
Ognuno si deve comprare il proprio servizio sanitario, le armi per difendere la propria abitazione, non esiste anti-trust: le compagnie più grandi comprano quelle più piccole finché si finisce come nel gioco del Monopoli una persona che possiede una compagnia che possiede tutto il mercato!
Questo è il vero libero mercato, dove io posso vendere il mio rene al mercato...

Zaret ha scritto:
Chi lo fa fare al pizzaiolo di mettersi a fare pizze,al pasticcere paste ,al gelataio gelati ,al sarto vestiti,tutti vengono fatti a disposizione per quanto è possibbile secondo schemi previsti,non c'è più scelta,se si in cerchie piccole elitarie.

Non sono sicuro di avere capito cosa intendi.
Se il pizzaiolo non vuole fare la pizza perché non riceve soddisfazione dal fare le pizze per la gente questo mestiere scomparirà e verrà automatizzato a vantaggio di tutti.
In questo sistema i lavori che non piacciono o che non sono rilevanti scompariranno, risparmiando risorse per il pianeta. Se ti piace il gelato ti farai recapitare a casa la migliore macchinetta possibile per fare i gelati e te lo farai da solo :)
Nel sistema capitalistico la tua libertà è proporzionale ai soldi che hai, se non hai soldi puoi morire di fame, se ne hai tantissimi deciderai tutto della vita degli altri e potrai farti il bagno con la tavoletta d'oro massiccio... questa si che è libertà! (se sei il figlio di Rockfeller...)

Zaret ha scritto:
Nello ZM si parla tanto dei reati attuali che verrebbero grandemente abbattuti... Ma i reati maggiori sono quelli legalizzati, i sopprusi maggiori spesso non involvono il danaro ma l'esercizio del potere da parte di chi ce l'ha per influenzare gli altri... la manipolazione e la falsificazione delle informazioni (economiche, politiche, scientifiche, militari..). Nel Progetto Venere ciò non viene affrontato, si pensa sempre ai ladri di polli, in pieno stile mass mediatico stile strisia la Notizia e le sue crociate a Vanna Marchi, santoni, crociate pro veline..., mentre il vero potere manipolante sarebbe concentrato nelle mani di sempre meno persone (con una determinata visione della società - le stesse che ci conducono ad accettare quello che vogliono creando i problemi e dando le soluzioni preconfezionate

La domanda è perché la gente vuole potere?
Perché ha un'anima cattiva o perché avere potere nel nostro sistema è retribuito?
Ogni sistema basato sulla competizione retribuisce i vincitori, e parafrasando un proverbio: in guerra e in amore tutto è concesso.
L'economia attuale è basata sulla competizione segue le regole Della Teoria dei Giochi.
È un gioco a chi fa più soldi, le regole del gioco non lasciano spazio per empatia ed amore, non sono disegnate per l'uomo, ecco perché chi vince al gioco economico è sempre una persona che ignora i suoi freni inibitori e si distacca dall'empatia per vincere ed essere ammirato dalla gente ed acquisire potere. Esso piegherà ogni regola per vincere!

Zaret ha scritto:
Si legge:

il Movimento Zeitgeist è una organizzazione per la diffusione della sostenibilità che si ispira all'idea di società del Venus Project di Jacque Fresco

# Intelligenza artificiale: Le macchine sono necessarie per prendere decisioni oggettive, gli esseri umani sono infatti suscettibili di convinzioni personali, desideri e pregiudizi. Le macchine sono inoltre necessarie per archiviare informazioni poiché la capacità di memoria di un uomo è limitata.

# Metodo scientifico: La gestione globale del pianeta sarebbe quindi legata ad una metodologia, non gestita da individui. Si arriverebbe a decisioni attraverso il metodo scientifico, non tramite supposizioni.[10]
# Nessuna proprietà: La proprietà è inefficiente e insostenibile. Viene abolita in favore di un sistema di accesso universale alle risorse, che sarà reso possibile attraverso l'abbondanza di beni e servizi, eliminando perciò la necessità di possedere qualcosa

Esatto, questa è per noi la migliore strategia per creare un nuovo paradigma, basato sulle osservazioni scientifiche che abbiamo raccolto.

Nel resto del post cerchi di categorizzarci in qualche maniera dicendo che abbiamo delle idee simili ai tecnocratici, ai comunisti ecc. io aggiungerei anche ai cristiani visto che ci siamo perché è semplicemente vero.
Noi non abbiamo un'ideologia noi vogliamo creare una società avanzata basata sull'impiego del metodo scientifico per identificare quali idee funzionano meglio ed applicarle.
Mano a mano che evolveremo la società cambierà com'è sempre cambiata, le idee che abbiamo se testate e fallimentari verranno rigettate e sostituite con nuove soluzioni da testare.

Vedi pensare per categorie ha grossi vantaggi: semplifica l'espressione di certi concetti e ci aiuta a razionalizzare certe idee.
Ma ha anche grossi difetti: tende ad esagerare le somiglianze di idee che appartengono alla stessa categoria e ad esasperare le differenze tra idee che appartengono a categorie diverse.

Per questo noi abbiamo deciso non di classificarci in alcuna categoria, noi abbiamo un approccio (applicazione del metodo scientifico e la dichiarazione di tutte le risorse della Terra di appartenenza al genere umano) non un'ideologia o una visione politica.

Zaret ha scritto:
Invito quindi ancora una volta a valutare dcavvero con metodo scientifico ,anche con un pelo di scetticismo cosa vi viene proposto e valutarlo,non fate vostre affermazioni che sono false,credendole vere solo perchè qualcuno che vi appare fico ve l'ha vendute per vere servendosi di bassi espedienti demagogici..

Beh veramente a queste idee io personalmente e penso anche altri ero arrivato prima ancora di conoscere questo movimento perché sono in mia opinione basate proprio sulla logica.
È chiaro che nessuno è perfetto e che ci saranno molte cose che dobbiamo migliorare e che non tutti potranno essere d'accordo ma dovresti cercare di essere più chiaro e specifico con le critiche così ne possiamo parlare.
C'è tanto da lavorare ma penso che stiamo muovendo verso la giusta direzione.

Commenti recenti

Chi è on-line

Ci sono attualmente 1 utente e 47 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Luigi Colosimo

Nuovi utenti

  • efi123
  • Antonio Luigi Bassu
  • Giulia Castagnoli
  • ALESSANDRO CAUDULLO
  • andrea apollo gatti
Condividi contenuti