inizia

Sopra le nuvole

Quando la Seconda Guerra Mondiale era in corso il mio nonno aveva 19 anni, ha combattuto dalla parte russa anche nella battaglia di Stalingrado, ha visto tutti gli orrori della guerra immaginabili e inimmaginabili, ha visto la sofferenza e la morte. Questi ricordi lo perseguono per tutta la vita.
Una volta anni dopo ha avuto un'occasione di parlare con un pilota militare. Anche lui aveva partecipato alla guerra, ma l'aveva vissuta dal bordo di un aereo. Quello che vedeva erano solo le bombe che dopo essere lanciate sparivano dietro le nuvole, a volte vedeva anche cerchi di fumo bianco in lontananza quando le bombe colpivano il bersaglio, altre volte i cerchi bianchi nell'aria quando i cannoni di protezione aerea cercavano di colpire lui. Sapeva che quando lanciava quelle bombe, laggiù poteva esserci un inferno, persone che morivano, ma non le vedeva... vedeva solo i cerchi bianchi. Alla fine non aveva visto nemmeno una morte con i propri occhi, non aveva avuto ricordi terribili della guerra, per lui tutto quanto era solo una sequenza di cerchi di fumo bianco dietro il finestrino dell'aereo.
La prospettiva dalla quale vediamo le cose oggi spesso non ha niente a che fare con quello come le cose sono veramente. Nello stesso modo identico la nostra vita attuale è un insieme di cerchi bianchi che nascondono dietro la realtà crudele che noi sappiamo che c'è ma che non vediamo e spesso non vogliamo neanche vedere. Ma prima o poi scenderemo sotto le nuvole e dovremo atterrare il nostro aereo e allora vedremo le distruzioni che abbiamo causato.

Sergey Kutsenko

4.5
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (4 voti)

Opzioni visualizzazione commenti

Seleziona il tuo modo preferito per visualizzare i commenti e premi "Salva impostazioni" per attivare i cambiamenti.
Cristian Innusa
Ritratto di Cristian Innusa
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 29
Certo...

Tocca a noi,oggi, avere il coraggio di aprire gli occhi, sia per noi, adesso, sia per le generazioni future; così che possano iniziare il loro cammino in una realtà meno distorta...

aveva il tuo stesso identico umore ma la divisa di un altro colore

Fabrizio De Andrè

Sergey Kutsenko
Ritratto di Sergey Kutsenko
Offline
Unito: 17 Nov 2010
Messaggi: 36
anche una gran parte dei film di PJ è retorica...

A parte la retorica del passato è un esempio che porta a pensare delle problematiche di oggi, a togliere ogni tanto gli occhiali rosa che ci hanno messo sin da quando eravamo bambini e che noi non vogliamo mai togliere, a percepire le cose come sono. E se non vediamo oggi questi problemi e non interveniamo - torneranno a perseguirci nel futuro con una forza estremamente maggiore.

Sergey (admin del gruppo "Società Empatica")

Cristian Innusa
Ritratto di Cristian Innusa
Offline
Unito: 10 Feb 2011
Messaggi: 29
Si...

Purtroppo viene considerato retorico anche milioni di morti perché comunque lontani nel tempo, quindi inutile continuare a parlare di loro....
e così altri morti si preparano ad essere dimenticati nel futuro...

aveva il tuo stesso identico umore ma la divisa di un altro colore

Fabrizio De Andrè

peter-ray (non verificato)
Ritratto di peter-ray
Bello

Ottimo. Anche se qualcuno potrebbe trovarlo un tantitno retorico il messaggio è quello giusto e dovrebbero vederlo tutti.

Ciau^^

Commenti recenti

Chi è on-line

Ci sono attualmente 0 utenti e 21 visitatori collegati.

Nuovi utenti

  • jackibeeby7013462
  • Andrea Marraccini
  • roscoemccombs74296
  • Claudio Sanfelici
  • leobeuzeville824
Condividi contenuti